Quantcast
Cronaca

Piscina di Multedo, troppi danni da mancata custodia: si aprono nuovi scenari

pino boero

Genova. Novità importanti per la piscina di Multedo e non senza sorprese. Se fino a ieri il futuro dell’impianto sportivo sembrava bloccato dal ricorso giudiziario avanzato dalla società locale Multedo 1930, oggi l’assessore allo Sport del Comune di Genova, Pino Boero, rispondendo a una interrogazione del consigliere comunale Paolo Gozzi (Pd), ha rivelato un inaspettato scenario. Boero, consegnando una dettagliata relazione tecnica in Aula Rossa ha ribadito che già nel luglio scorso il Tar, cui la società soccombente del bando aveva fatto ricorso, aveva rigettato la richiesta di sospensiva. Quindi la piscina potrebbe formalmente essere assegnata alla società vincitrice “Nuotatori Genovesi”.

“Proprio in questi giorni il Comune vorrebbbe procedere all’assegnazione – spiega Gozzi – ma la Nuotatori Genovesi ha invece avanzato richiesta di ulteriore sopralluogo ritenendo cambiate le condizioni fisiche dell’impianto dalla primavera scorsa”.

L’impianto Nico Sapio era stato assegnato in data 21 maggio 2012, ma la mancata custodia scattata a seguito del ricorso al Tar ha comportato danni alla piscina e ai campetti adiacenti. “Danni particolarmente gravi non solo per i raid vandalici in se ma perché ci sono stati interventi. Ad esempio il Comune ha installato pannelli solari fotovoltaici mai utilizzati che rischiano quindi di essere compromessi”.

A questo punto, come riferito da Boero, la norma prevede che qualora non venisse firmato il contratto dai vincitori, l’assegnazione andrebbe al secondo arrivato, la Multedo 1930. “Rimaniamo in attesa in attesa – conclude Gozzi – sperando che questo nodo si districhi il prima possibile, è un impianto che ha bisogno urgente di un soggetto che lo gestisca e che, possiblmente, lo rilanci”.