Cronaca

“Lapidi, cimitero delle aree produttive”: il Pdl presenta la lista della deindustrializzazione genovese

lilli lauro

Genova. Aura, Boero, Costa Crociere, Bocchiotti, Centrale del latte, Viva Brasil, Mira Lanza, Italcementi, Fonderie Multedo, Fonderie San Giorgio, Ip, Shell, Lo Faro, Sanac, Raffinerie San Quirico, Acciaierie Bruzzo, Olio Gaslini, Erg Garrone, Officine Verrina, Galante Serramenti, Castellazzo, Fonderie Grondona, tutte le aziende nella Fascia di Rispetto di Prà, Ansaldo, Fnac, Ericsson.

E’ la lista di circa 30 aziende portata oggi in consiglio comunale dal capogruppo Pdl Lilli Lauro per denunciare il processo di deindustrializzazione in corso da anni in città. Emblematico il titolo della lista: “Lapidi, cimitero delle aree produttive”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.