Cronaca

La “Yarn bombing” sbarca a Genova: a marzo il Porto antico si riveste di gomitoli colorati

yarn bombing

Genova. Dodicimila gomitoli, per un totale di 600 chili di lana, per ‘bombardare’ Genova di colori. E’ ‘Yarn bombing’, la street art nata a Minneapolis arriva sotto la Lanterna ce vedrà giovani e anziani rivestire monumenti, piante e arredi pubblici del Porto Antico.

Nonni e nipoti, adolescenti e over65, tutti insieme a sferruzzare: un modo per far incontrare le generazioni, ma anche per dar modo a chi è un po’ più in là con gli anni di insegnare ai ragazzi l’arte del lavoro a maglia e all’uncinetto.

L’iniziativa, coordinata da Comune e associazione Colorinscena, vedra’ il culmine il 21 marzo 2013. Ma dall’8 dicembre, e per ogni secondo sabato del mese, sara’ possibile allenarsi con gomitoli, ferri e uncinetti, al Mentelocale di Palazzo Ducale.

I punti di raccolta dei gomitoli saranno le biblioteche cittadine: chi vuole puo’ donare lana e cotone oppure rifornirsi per partecipare alla grande installazione artistica. Dopo
l’esposizione, i lavori verranno riciclati per creare coperte e trapunte da donare a chi ne ha bisogno o ai canili e gattili della citta’. All’evento parteciperanno tantissime associazioni
dislocate su tutto il territorio, i circoli Arci, ma anche due case di riposo, scuole e il carcere femminile di Pontedecimo, dove una detenuta fara’ da insegnante.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.