Quantcast
Cronaca

Ilva, nessun documento ufficiale dal Governo. A Genova continuano i blocchi stradali: “Non basta un messaggio su Twitter”

corteo ilva

Genova. A Taranto continua l’assemblea permanente dei lavoratori Ilva, mentre a Genova proseguono i blocchi stradali, che stanno paralizzando l’intera città. “Pare che il Governo abbia fissato un incontro a Roma alle 15 di giovedì, ma secondo quanto scrive un noto quotidiano nazionale, sembra che la notizia sia arrivata via Twitter – spiega Armando Palombo, Rsu Ilva – finché non ci arriverà un documento protocollato dal Governo, da qua non ce ne andremo”.

Proseguono i blocchi, quindi, e nel frattempo ha raggiunto i lavoratori anche l’assessore regionale Enrico Vesco. “Ancora una volta il Governo dimostra totale inadeguatezza nel gestire la questione – afferma – l’ufficialità non può essere un messaggio su Twitter. Io non ci sono nemmeno, ad esempio, quindi se fosse arrivato a me non lo avrei neanche visto”.

Vesco chiede una posizione forte e una risposta immediata. “Servono una convocazione ufficiale e una via risolutiva a questo problema – prosegue – Anche in consiglio regionale abbiamo ribadito questa richiesta al Governo perché servirà una risposta chiara per garantire la tutela ambientale, ma proseguendo la produttività”.

Per quanto riguarda il provvedimento di ieri. “Mi sembra eccessivo, ma non entro nel merito, anche se non vedo nelle scorte di magazzino il corpo del reato”, conclude l’assessore.

Insieme a Vesco è arrivato anche l’assessore regionale alle Attività Produttive. “La convocazione dell’ incontro tra impresa, sindacato e istituzioni fa pensare che ci sia anche la soluzione al problema, altrimenti non avrebbe senso convocare un tavolo – dichiara l’assessore regionale Renzo Guccinelli – La speranza è che il decreto sia pronto per quel giorno, anche perché qui si sta parlando di un’azienda che chiude. Un dramma per 20 mila famiglie e per l’indotto, ma anche un dramma perché non si produrrà più l’acciaio in Italia e l’acciaio serve per tutto il settore industriale”.

Guccinelli ha ricordato che il presidente Burlando ha parlato con il sottosegretario Catricalà. “Ha garantito l’incontro di giovedì, ma ora serve il decreto”, conclude.