Quantcast

Il week end genovese tra il ricordo del 4 novembre e l’arrivederci al Festival della Scienza

porto antico

Genova. Week end di freddo e ricordo. Il 4 novembre rimane tragicamente nella storia della città, nel ricordo di quella allerta prima gridata e poi non affrontata fino in fondo, di quella pioggia battente fino alle 12 trasformatasi poi in una tragica alluvione soprattutto in virtù dell’esondazione del Ferregiano.

Gli Angeli col Fango sulle Magliette proprio domenica 4 novembre daranno vita all’iniziativa Dai diamanti non nasce niente tramite cui si darà inizio ai lavori per la riqualificazione delle due aiuole situate all’imbocco di via XX Settembre (ore 12.00, incrocio via Fiume – viale Brigate Liguria).

Il Festival della Scienza che in questi giorni ha arricchito, colorato, interessato la città (e non solo) chiduerà proprio il 4 novembre. Insomma una buon modo per passare del tempo e per ricordare.

Tra i diversi appuntamenti del Festival da non dimenticare oggiun incontro che si sviluppa intorno al tema della geometria con interventi di Piergiorgio Odifreddi, Claudio Bartocci, Giovanni Filocamo e Federico Peiretti (ore 11.00-13.00, Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio): il titolo è suggestivo, “G al cubo: Grande Gioco Geometrico”.
Altro appuntamento importante è quello con Giulio Giorello (sempre sabato 3 novembre alle ore 12.00 in Aula Polivalente San Salvatore, piazza Sarzano) per discutere di dieci anni di scienza.

In piazza Matteotti oggi riparte Maconda, la fiera del commercio equo e solidale che negli ultimi anni ha riscosso enorme entusiasmo tra i genovesi.

Partiamo con la musica: se ieri sera è stata la notte del grande ritorno a Genova dei 99 posse (al Cso Zapata), questa sera è ancora il Count Basie Jazz Club a offrire ottima musica con i Gnu Quartet. (ore 21.30, vico Tana. Ingresso 10 Eu e con tessera arci).