Quantcast
Politica

Idv, Grillo e lo spettro delle scissioni: dipietristi in riunione a Genova per decidere il futuro

fusco, paladini, scialfa

Genova. I supposti contatti a livello nazionale tra l’Italia dei Valori ed il Movimento Cinque Stelle hanno occupato, nelle scorse settimane, le prime pagine dei giornali. Prima i reciproci apprezzamenti, poi, la marcia indietro di Beppe Grillo, a ribadire che il movimento non si allea con nessuno. In Liguria, invece, i protagonisti negano ogni possibilità in tal senso, lasciando trapelare che, nell’eventualità di un’alleanza con i grillini, potrebbero verificarsi defezioni nel partito di Di Pietro.

Lo ha fatto capire Nicolò Scialfa, vicepresidente della Regione Liguria, solo qualche giorno fa: “Gli stoici dicevano che quando le condizioni esterne non ti consentono di continuare a fare una cosa, allora smetti. Vedremo cosa accadrà. Non sono però disponibile a passaggi in aree culturali e politiche che non mi appartengono”.

“Tra me e Grillo – aveva continuato – c’è una concezione della politica completamente differente, lui ha una visione più movimentista. Ha certamente dei meriti perché ha denunciato il malaffare ed ha portato avanti un ragionamento molto importante sui temi ecologici. Non ho nessun astio nei suoi confronti o del Movimento 5 Stelle”

Un punto dirimente che ha quindi radici culturali. Ma non solo, visto che Marylin Fusco ha poi puntato sui temi concreti: “Ci siamo sempre distinti a livello locale per la coerenza, nel senso che quando si è parte di un partito bisogna essere coerenti con i principi. Noi siamo favorevoli alla gronda, quindi come potremmo stare in un movimento che è contro la gronda?”.

Oggi arriveranno da Roma Ignazio Messina, responsabile nazionale degli Enti Locali di Italia dei Valori e Ivan Rota, responsabile Nazionale Organizzazione del Partito. La riunione inizierà in mattinata ed è probabile continui anche nel pomeriggio.

“Sarà interessante – aveva concluso Fusco – capire cosa ci verrà detto e ovviamente si porrà una seria riflessione nel momento in cui sapremo quale sarà il futuro dell’Italia dei Valori”. Parole che, pur rimanendo prudenti, sembrano chiudere qualsiasi ipotesi di alleanza con i grillini.