Quantcast
Sport

Hockey prato, Serie B: non c’è gloria per le genovesi, relegate sul fondo della classifica

hockey prato

Genova. Fermo per riposo il Cus Genova, le altre due compagini del capoluogo sono state sconfitte. Le tre genovesi, dopo cinque turni, si trovano sul fondo della graduatoria. Se si aggiunge ciò che sta accadendo alla Superba, appare evidente come sia un’annata storta per le prime squadre della città.

L’ultima posizione è occupata dall’HC Genova, con un solo pareggio all’attivo. A Savona, opposti al Liguria, sotto per 3 a 0 all’intervallo per le segnature di Stefano Ghidella, Di Vita e Vathi Romario, i gialloblù hanno incassato nella ripresa la quarta rete, realizzata da Sonego.

E’ andata un po’ meglio, sul piano del passivo, al Genova 1980. Opposta al Savona, la squadra guidata da Riva si presenta con una formazione quasi rivoluzionata rispetto alle ultime uscite: schiera Bertone tra i pali, Agnello, Riva, Gatto e Galvagno linea difensiva, Riccobene, Capelli, Barrera e Franza nel quadrilatero di centrocampo, Alessandro Scopesi in appoggio alla punta centrale Rainone. Entreranno nel corso dell’incontro Gabriele Scopesi, Gioiella, Baratelli e Gabriele Pera, terzo esordiente della stagione.

Il Savona si presenta senza Roberto Montagnese e con la solita linea verde che tante soddisfazioni ha dato nelle categorie inferiori. Pronti, via e dopo alcuni minuti di studio, al primo vero affondo, corner corto al 7° per i biancoverdi che Matteo Montagnese trasforma con un potente tiro. Il Genova 1980 non ci sta e un minuto dopo è Galvagno a spingersi sulla sinistra fino ai ventidue e provare l’imbeccata per uno smarcato Rainone che, solo davanti al portiere, sceglie la soluzione più difficile non trovando di rovescio il colpo risolutivo.

Il Savona corre, giostra bene a centrocampo, ma la solita difesa esperta dei biancorossi vanifica tutti gli attacchi biancoverdi e solo un altro corto, che ancora Montagnese trasforma al 13°, consente loro il raddoppio. Riva cambia le carte in tavola spostando se stesso a centrocampo e indietreggiando Barrera libero: la mossa consentirà di dare proprio al centrocampo più ordine e alla difesa maggior rapidità. Infatti è proprio Barrera ad allontanare a portiere battuto un rocambolesco tiro di rovescio di Montorio che Bertone aveva deviato.

Il Savona cerca il terzo gol con Montorio e Ghione, ma entrambi provano il tanto amato tiro di rovescio senza impensierire la difesa biancorossa. Al 19° Franza, con un bel tiro, procura il primo corto del Genova 1980, Rainone tira alto, Ghione non ha problemi ad allontanare. Ma è un buon momento per i giocatori della Lanterna che spingono e controbattono senza timori. Riccobene prende fiducia nel ruolo inconsueto a centrocampo, Capelli libera, tampona e fa ripartire veloce la squadra che si procura altri due corti consecutivi, sull’ultimo dei quali il Savona innesca un contropiede che Bairami conclude trovando un corto, ma questa volta Bertone trova la plastica parata. Sugli sviluppi dell’azione Pavani perde il tempo per beffare l’estremo genovese.

Nella seconda parte dell’incontro Riva inserisce Gabriele Scopesi punta e avanza Gatto a centrocampo dando riposo al sempreverde motorino Capelli. Il team genovese continua spingendo così come aveva concluso la prima parte. Ale Scopesi è pronto su una pallina vagante in area e prova con un secco tiro parato, raccoglie Franza che dai ventidue crossa in area e Ale Scopesi ci riprova ma senza esito. La partita si infiamma, gli attacchi e i capovolgimenti di fronte si susseguono da ambo le parti ma senza conclusioni di rilievo, se non un corto per il Savona che il solito Scopesi devia lateralmente.

Emerge nuovamente il Savona, stante anche la più fresca condizione fisica, ma ottiene solo un corto che Pavani non trasforma. Al 18° infortunio per Franza che riporta una frattura scomposta a un dito della mano destra, colpito da un tiro alto partito da troppo vicino. Per lui una prognosi di trenta giorni.

Da qui in poi non si rilevano altri episodi degni di nota e si conclude così un bel match che il Genova 1980 ha giocato a testa alta difendendo con ordine senza soffrire più di tanto, provando a pungere là davanti e anche creando alcune occasioni non sfruttate contro una solida giovane squadra come il Savona.

I risultati della 5ª giornata:
HC Savona – Genova Hockey 1980 2 – 0
HC Liguria – HC Genova 4 – 0
HC Pistoia – Cus Pisa 1 – 3
ha riposato: Cus Genova

La classifica:
1° HC Liguria 10
2° Cus Pisa 9
3° HC Pistoia 7
3° HC Savona 7
5° Genova Hockey 1980 2
6° Cus Genova 2
7° HC Genova 1
HC Liguria ha giocato una partita in più; Genova Hockey 1980 una in meno.

Le partite della 6ª giornata, in programma sabato 11 novembre:
Cus Genova – HC Genova
HC Savona – HC Liguria
Genova Hockey 1980 – HC Pistoia
riposa: Cus Pisa