Quantcast

Genova, è arrivata la notte del derby: tra misure di sicurezza e polemiche si gioca Sampdoria-Genoa

Le immagini del Derby dela laterna tra Genoa e Sampdoria

Genova. Il conto alla rovescia è quasi concluso: alle 20.45 Sampdoria-Genoa scenderanno in campo e la parola passerà al calcio giocato. Finalmente, è proprio il caso di dirlo, visto che da anni non accadeva che l’attesa di un derby desse origine a così tante polemiche e tensioni.

Sarà che la stracittadina numero 105 arriva in momento difficile per entrambe le squadre; sarà che il pericolo di contestazioni, da tutte e due le parti, è piuttosto concreto; sarà, è ovvio, che il derby non è solo una partita di calcio. Comunque sia i tifosi stanno affluendo allo stadio Ferraris e la situazione rimane fortunatamente tranquilla.

Le misure di sicurezza sono però notevoli: il piano di sicurezza allestito dalla Questura conta su circa 250 uomini in borghese ed in divisa al di fuori dello stadio e nelle zone strategiche di accesso all’impianto sportivo.

L’obiettivo è quello di evitare qualsiasi tipo di provocazione, anche piccoli episodi che possano aver ripercussioni sulla tifoseria e mantenere il territorio sotto controllo. Sorvegliata speciale sarà la tifoseria sampdoriana, esasperata dalla lunga striscia di risultati negativi. Molto dipenderà dal risultato della partita.

I vigili urbani saranno invece la metà del solito, quaranta invece che venti. Pesa infatti la vicenda contrattuale, con lo sciopero prima indetto proprio per oggi, poi revocato. I vigili hanno perciò deciso di non effettuare il turno di straordinario che parte dalle 19.

I sindacati di polizia, considerate le tensioni che hanno fatto parlare di partita a rischio, avevano auspicato lo spostamento del fischio d’inizio alle ore 15.

Nessun cambiamento: “il derby della paura” si gioca stasera, con un vento freddo e pungente che, speriamo, spazzi via tutte le tensioni.