Quantcast

Genoa, Rino Foschi atto secondo: “Non ho la bacchetta magica, ma supereremo il momento no”

Genova. Continua la rivoluzione copernicana del Genoa di Preziosi, in una stagione che si annuncia travagliata ed in cui si sta lavorando per scongiurare un finale come quello visto l’anno scorso.

Rino Foschi è uno degli uomini chiamati proprio per risolvere il problema e le sue prime parole come nuovo direttore sportivo genoano lo chiariscono subito: “Il momento attuale è certamente negativo, ma lo supereremo. Ci vorrà un po’ di tempo per riportare il Genoa ai livelli che gli competono, ma ce la faremo”.

Quel che è certo è che Foschi arriva in punta di piedi, non promettendo certo l’impossibile ai tifosi: “Non ho la bacchetta magica, sono un uomo normale. Vedremo a gennaio cosa si può fare per migliorare la squadra”.

Complimenti ed apprezzamento anche per il suo predecessore Stefano Capozucca: “Sono legato con lui da un’amicizia di lunga data – ha detto Foschi. Lo stimo molto, lui è uno dei migliori dirigenti”.

Foschi è tornato anche sul suo passato: era infatti già stato al Genoa per alcuni mesi. “Non mi sentivo di rendere quello che avrei dovuto alla società. Ma il problema era dovuto a miei motivi personali: personalmente non era il momento. E’ un orgoglio essere qui”.

“Preziosi – ha concluso Foschi – in questo momento è amareggiato dai risultati, ma è pronto a fare qualsiasi cosa per riportare il Genoa ai suoi livelli”.