Economia

Emergenza industriale a Genova, Scandroglio: “Se il governo c’è, batta un colpo”

Genova. “Siamo di fronte ad una seria emergenza industriale e occupazionale per il nostro Paese. Lo dimostrano le vicende Ilva, Finmeccanica e Fincantieri. Tale emergenza colpisce in modo particolare territori come quello ligure, che ancora possono contare su una significativa presenza di realtà industriali. In ballo ci sono il tessuto produttivo italiano e il destino di decine di migliaia di famiglie. Occorre un intervento determinato e incisivo da parte del governo. Dobbiamo purtroppo constatare che, fino ad oggi, l’esecutivo dei professori è stato a dir poco inefficace su questo fronte, che pure rappresenta uno dei punti strategici per la nostra economia”. E’ quanto dichiara, in una nota, l’on. Michele Scandroglio (Pdl), membro della Commissione Lavoro della Camera.

“Su Ansaldo energia e Sts – prosegue Scandroglio – il governo non ha preso in considerazione la nostra proposta di un intervento ponte della Cassa Depositi e Prestiti, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Su Fincantieri continuano i ritardi. Sull’Ilva registriamo la buona volontà e la determinazione del ministro Clini, che devono però trasformarsi in atti concreti assunti nel minor tempo possibile. Se questo governo – conclude il deputato ligure – avesse applicato sul fronte del lavoro e dello sviluppo la stessa energia che ha impiegato sul versante del rigore e delle tasse, forse oggi non sarebbe così pesantemente drammatica la situazione che stiamo vivendo”.