Cronaca

Duplice omicidio di Sampierdarena: l’arrestato fa scena muta davanti al gip

palazzo di giustizia tribunale genova

Genova. Ha fatto scena muta davanti al gip il 26enne ecuadoriano accusato del duplice omicidio di via Balbi Piovera a Sampierdarena, avvenuto il 5 dicembre scorso.

Luis Alfredo Soza Intriago, arrestato venerdì scorso, oggi si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Il suo avvocato difensore, l’avvocato Alessandro Cecon, però chiederà a breve un interrogatorio con il pm Massimo Terrile, per chiarire alcuni particolari.

Soza è accusato di aver brutalmente ucciso a coltellate Monica Gilce Ramirez, 37 anni, e suo figlio Marcos
Clener, di 12. A incastrarlo sarebbe stata una traccia di Dna rilevata su una bottiglietta d’acqua, trovata accanto al corpo della donna, ma al suo legale dice di essere estraneo al duplice omicidio.

I carabinieri del nucleo investigativo, con la collaborazione del Ris di Parma, avevano tipicizzato almeno centocinquanta ecuadoriani appartenenti alle comunita’ sudamericane di Genova e Acqui Terme che frequentavano la famiglia Ramirez. E’ stata proprio l’analisi di questi profili che ha permesso ai carabinieri di risalire al nome di Soza Intriago.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.