Quantcast
Politica

Di Pietro a Genova minimizza la scissione nell’Idv: “Puntiamo a un’alternativa al Governo Monti”

Genova. Dopo la scissione in casa Idv, il leader nazionale Antonio Di Pietro è arrivato a Genova, ma secondo quanto spiegato proprio da lui, l’appuntamento di oggi fa parte di quelli già organizzati in tutte le Regione italiane in vista dell’assemblea nazionale del 15 dicembre. “Siccome il 15 dicembre sarà solo una giornata e tutto non si potrà fare, mi sto confrontando con gli esponenti del partito Regione per Regione, in modo che durante il congresso ci possa per affrontare i temi dell’emergenza e della prospettiva”, dichiara.

Per quanto riguarda le Primarie, “Noi daremo il contributo alle Primarie, anche se non lo abbiamo fatto in modo diretto, cioè con un nostro candidato, semplicemente per non creare tensione e per rispettare il regolamento fatto dai tre partiti che le hanno indette”.

Già da ora, però, Idv ha chiesto un tavolo di confronto. “Abbiamo chiesto di aprire un tavolo di confronto con i candidati per verificare se nel programma ci sia la possibilità di trovare un punto di intesa – spiega – nel centrosinistra esistono due anime diverse: una che si rifà alle politiche di Monti e l’altra alternativa. Noi abbiamo negato ancora ieri la fiducia al Governo e quindi vogliamo rappresentare quei cittadini che non si riconoscono nella sua politica”.

Per quanto riguarda la situazione del partito locale. “C’è un’area che vuole chiudere un accordo con il centrosinistra, senza sé e senza ma, e quindi ha deciso di costituire una nuova formazione. Ci auguriamo possano portare avanti il loro impegno politico con dignità e responsabilità come hanno fatto con noi – dichiara – non serbiamo rancore, ma siamo contenti che si siano strutturati all’interno del nostro partito e che oggi possano camminare con le proprie gambe”.

“Sia il coordinatore regionale Paladini, sia i due consiglieri regionali e un assessore hanno deciso di aderire al progetto di Donadi, noi ne prendiamo atto, ma il partito nella sua essenza è qui a ribadire che c’è e ci sarà per un’alleanza di centrosinistra alternativa al Governo Monti”.

Prima della conferenza stampa, Di Pietro ha incontrato il presidente Burlando. “Affermo qui in maniera ufficiale che non sono andato a richiedere posti di vicepresidenza a Burlando, né a lui ne a nessuno altro – prosegue – Ci auguriamo che quel ruolo sia svolto nel migliore modo possibile, nell’interesse dei cittadini e della Liguria, indipendentemente dal partito a cui verrà assegnato. Non siamo qui oggi per chiedere ridistribuzioni di posti. Questo non ci può interessare di meno. I migliori auguri di buon lavoro a tutti quanti”.

Intanto, tornando al partito, il deputato Ivan Rota sarà il nuovo coordinatore regionale. “Darà unitarietà nei momenti di confronto nazionale, anche se la politica locale sarà portata avanti a livello locale, da Cascino, a Quaini, ad Anzalone”, dichiara.

Poi il leader Idv ha anche rinnovato la sua simpatia a Grillo. “Rinnovo l’amicizia e condivido la protesta del Movimento 5 Stelle, ma non c’è nessuna alleanza”, ha concluso.