Quantcast

Lettera al direttore

Convegno sul tema : Il Golfo Paradiso verso un Territorio Digitale

Il tema delle Smart City e delle Smart Community è molto caldo ed è all’ordine del giorno delle Amministrazioni Pubbliche più attente, dei Governi, delle Università, dell’Unione Europea, degli Imprenditori più sensibili all’innovazione. Un convegno è un buon sistema per iniziare pubblicamente a discutere, e per questo motivo rivolgo direttamente al Sindaco di Recco – Dario Capurro – , in qualità di rappresentante del Comune capofila del Golfo Paradiso, un caloroso invito a farsi promotore dell’organizzazione di un Convegno su questo specifico tema: “SmartHUB del Golfo Paradiso: verso un Territorio Digitale”. Convegno in cui mettere al centro del dibattito dei concreti contenuti che interessino realmente e coinvolgano: le Amministrazioni Pubbliche che così potranno continuare a percorrere la strada dell’ abbattimento degli sprechi e del miglioramento dell’efficienza dei servizi; gli Imprenditori privati che potranno cogliere nuove opportunità di crescita, sfruttando gli strumenti innovativi a loro disposizione; la Politica che senza ideologismi preconcetti indichi gli obiettivi di ampia visione e le strategie di lungo percorso; ed i Cittadini che avranno l’occasione di partecipare ad un grande progetto di rinnovamento che li interessa direttamente e di cui dovranno essere i primi beneficiari. Le tecnologie innovative non mancano, le idee e le capacità neppure, le risorse ci potrebbero essere, adesso bisogna collaborare e creare delle forti alleanze, è necessario che le Imprese e le Istituzioni sappiano lavorare in partnership e predisporre dei progetti per lo sviluppo ed il futuro di tutto il territorio. Gli esempi concreti a cui far riferimento, almeno in Italia, non sono moltissimi, proprio per questo motivo se non si sta ben attenti è possibile alimentare un facile bla bla, essere banali, diventare autocelebrativi. Questo motivo però non deve essere una scusa per non fare nulla, mentre il mondo che ci circonda va avanti e anche velocemente. Le Amministrazioni Pubbliche si devono muovere, attendere sarebbe un grave errore di valutazione e di strategia, che porterebbe a far perdere a tutto il sistema territorio, ai Cittadini in primis, un importante opportunità di crescita, di sviluppo, di cambiamento, miglioramento dei servizi, di miglior utilizzo e vivibilità del territorio e dell’ambiente, di incremento della qualità della vita e della partecipazione diretta. I temi specifici che si possono affrontare in un progetto di Smart Territoriale sono decine e nelle mie lettere precedenti ne ho solamente affrontati alcuni ed accennato ad altri, c’e ne sono di generici ed alcuni di nicchia. Allora che fare? Certamente bisogna fare qualcosa e definire un punto da cui iniziare il processo che faccia dialogare le Amministrazioni Pubbliche, le Imprese private, il mondo più attento alla Ricerca ed alla Innovazione. Per questa ragione ho insistito nelle mie precedenti lettere che i Sindaci dei Comuni del Golfo Paradiso si facessero , in un momento in cui le Città ed i Territori Omogenei tornano ad essere dei protagonisti, promotori della costituzione di una aggregazione intelligente (SmartHUB) delle forze migliori presenti nell’area del Golfo Paradiso, di una aggregazione che faccia sistema e ne diventi il motore del suo processo di modernizzazione. Si possono inviare pensieri, idee e proposte a hubitgolfoparadiso@gmail.com.