Quantcast
Economia

Bolkestein, pieno sostegno ai balneari. Cascino: “Direttiva inapplicabile”

balneari in regione

Liguria. La Bolkestein è inattuabile nella realtà italiana. Il pieno sostegno ai balneari liguri arriva oggi dalla Regione e in particolare dall’assessore Gabriele Cascino, che ha preso il posto di Marylin Fusco alla guida della Commissione sul demanio. La prossima settimana le regioni italiane si riuniranno per confrontarsi su un documento siglato al termine del tavolo regionale che ha visto la partecipazione dei sindacati e delle associazioni di categoria dei balneari.

La riunione richiesta dai balneari nel palazzo della Regione era stata preceduta da un incontro che si è svolto questa mattina ad Albisola tra i rappresentanti della categoria ed il presidente della Provincia Angelo Vaccarezza, in prima linea nella battaglia per evitare che le concessioni demaniali finiscano all’asta.

“La direttiva non deve essere applicata alla realtà italiana, che presenta determinate peculiarità e caratteristiche che rendono di fatto impraticabile una sua operatività con grave danno per le imprese degli stabilimenti balneari per il complessivo settore del turismo” afferma Cascino. “Ora vedremo come voteranno le regioni durante la Commissione per vedere le iniziative da intraprendere per far leva sul governo” conclude l’assessore regionale.

“Siamo ancora in attesa che il Governo ci comunichi la data dell’incontro che ha annunciato di voler tenere con l’Unione europea sul problema delle concessioni demaniali a fini turistici, al quale le Regioni hanno chiesto di partecipare” sottolinea il coordinatore nazionale degli assessori al Turismo, Mauro Di Dalmazio, ribadendo che “per il sistema delle Regioni rimane irrinunciabile la necessità che il governo preliminarmente a qualunque altra iniziativa, alla luce soprattutto della normativa adottata in Spagna, faccia con l’Unione europea i passaggi necessari per tutelare le nostre imprese balneari. Fino a quando questa azione non verrà messa sul tappeto – conclude Di Dalmazio – le Regioni non prenderanno in considerazione alcuna ipotesi di confronto sui contenuti del decreto che il Governo vuole adottare”.