Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Anci, Oliveri confermato coordinatore Consulta Piccoli Comuni: “Il 21 ottobre manifestazione a Milano”

Liguria. Antonino Oliveri, consigliere comunale del Comune di Campo Ligure, è stato confermato Coordinatore della Consulta Regionale dei Piccoli Comuni di ANCI Liguria. L’elezione, avvenuta all’unanimità, si è svolta oggi nell’ambito dell’Assemblea Congressuale della Consulta che si è svolta presso la Sala del Camino di Palazzo Ducale a Genova. Nell’ambito dell’Assemblea sono stati eletti, sempre all’unanimità, anche il vice Coordinatore, Lorenzo Zunino, Vice Sindaco di Urbe, e i 22 consiglieri che compongono la Consulta.

La Consulta Regionale dei Piccoli Comuni rappresenta in seno ad ANCI Liguria gli interessi di 171 Comuni liguri sotto i 5.000 abitanti, su 183 piccoli Comuni presenti nella nostra regione. Ha il compito di elaborare e portare all’attenzione di ANCI proposte volte al miglioramento e alla semplificazione della normativa relativa ai Piccoli Comuni, partecipa all’attività di concertazione con lo Stato e con gli Enti Locali per la definizione della stessa, e offre un sostegno concreto ai Comuni nella sua applicazione.

Si tratta di compiti estremamente importanti soprattutto nella nostra regione dove il 78% dei Comuni ha una popolazione inferiore ai 5 mila abitanti e quasi la metà dei Comuni ne conta meno di mille. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di Comuni dell’entroterra e montani dislocati su tutto il territorio regionale – 50 in provincia di Genova, 43 a Savona, 57 a Imperia e 21 a La Spezia – che trovano nella Consulta dei Piccoli Comuni un punto di riferimento e di contatto fondamentale con le istituzioni che hanno sede nel capoluogo ligure.

Come afferma Antonino Oliveri “l’elezione di questo pomeriggio dimostra la bontà del lavoro svolto dalla Consulta Regionale dei Piccoli Comuni in questi anni e, in particolare, negli ultimi mesi: l’effetto combinato delle ultime manovre finanziarie, Patto di Stabilità, Imu, riordino dell’assetto istituzionale, obbligo di gestione associata delle funzioni e definizione delle Unioni di Comuni ha fortemente colpito i Piccoli Comuni, che vivono oggi un momento di grande incertezza. Abbiamo lavorato duramente – prosegue Oliveri – per fornire ai Sindaci dei Piccoli Comuni liguri, che sono moltissimi, un aiuto concreto nel comprendere e applicare le numerose disposizioni normative che sono state loro imposte dal Governo. Continueremo a farlo e a far sentire forte la loro voce a tutti i livelli istituzionali perché la sopravvivenza di queste piccole comunità – che rappresentano migliaia di cittadini, sono portatrici della storia e della tradizione del nostro Paese, si impegnano quotidianamente nel combattere la grave crisi economica e sociale che colpisce l’entroterra e sono in prima fila nella lotta contro il dissesto del territorio, che, in questi giorni, è drammaticamente tornata alla ribalta delle cronache – è fondamentale per la Liguria e per tutto il Paese”.

Per tutti questi motivi la Consulta Regionale dei Piccoli Comuni ha aderito con convinzione alla grande mobilitazione generale di tutti i Sindaci e gli Amministratori locali prevista per mercoledì 21 novembre a Milano.

“Andremo a Milano con i nostri gonfaloni e le fasce tricolore per dire al Governo che è necessario e urgente porre rimedio ad una situazione irragionevole ed insostenibile sia dal punto di vista tecnico che finanziario”.