Quantcast
Cronaca

Allerta 2, l’elenco delle scuole chiuse in provincia. A Genova niente lezioni, università inclusa

318730 4902407323197 74910313 n

Genova. Agg. h.18.30. Si allunga l’elenco delle scuole chiuse in tutta la provincia: Serra Riccò, e Sant’Olcese come da loro regolamento. Stesse disposizioni per l’Alta Valbisagno e la Valtrebbia.
Ad Arenzano e Cogoleto gli istituti scolastici restano chiusi come ogni sabato.

Agg. h. 16.30. “A seguito della allerta meteo 2, emanata dalla Regione Liguria, dalle ore 9 di sabato 10 alle ore 12 di domenica 11 novembre, il sindaco di Genova, nella sua qualità di autorità comunale di Protezione Civile, ha disposto la chiusura per il periodo dell’allerta di tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado incluse le universitarie. Altre disposizioni saranno comunicate a breve”.

L’allerta 2 sulla Liguria, diramata questa mattina dalla Protezione Civile della Regione, valida dalle ore 09 di sabato 10 novembre alle ore 12 di domenica 11 novembre, ha messo in moto i piani di emergenza di ogni Comune. Al momento le scuole resteranno chiuse a Torriglia, Bogliasco, Santa Margherita, Rapallo, Chiavari, Lavagna. A Sestri Levante chiuso il liceo scientifico Deambrosis-Natta. Problemi minori nei Comuni dove è prevista da prassi la chiusura di scuole elementari e medie il sabato. Istituti chiusi anche a Portofino, Sori, Pieve Ligure, Recco (attività didattica sospesa).

Inoltre a Chiavari non si svolgeranno il mercato ortofrutticolo cittadino e il mercatino dell’antiquariato. Data l’allerta meteorologica 2 prevista fino alle ore 12 di domenica 11 novembre, non si potranno svolgere le elezioni dei rappresentati di istituto delle scuole comunali previste nella mattinata domenica, in quanto anche domenica resteranno chiuse tutte le strutture scolastiche presenti nel territorio comunale.

Il comune di Rapallo oltre alla chiusura delle scuole rende noto che dalle ore 08 di domani sarà attivato il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) fino al cessato allerta. Inoltre il ponte mobile di Piazza Chile verrà alzato domani mattina alle 8:45 e lo rimarrà fino alle ore 12:00 di domenica 11 o, se ci saranno variazioni, al cessato allerta.

Anche presso il Municipio di Casarza Ligure e fino al cessato allerta, verrà attivato il C.O.C. per monitorare il territorio comunale insieme al volontariato di protezione civile.

“Considerati i livelli di pioggia caduti dal 26 Ottobre ad oggi, è da prestare massima attenzione nelle aree in cui in passato si sono verificati fenomeni franosi – rende noto il Comune di Casarza – Rimanere lontani dai corsi d’acqua soprattutto ai quelli di piccole dimensioni che a causa di forti precipitazioni possono esondare. La pista ciclabile comunale in caso di allerta meteo viene chiusa al transito ciclabile e pedonale; inoltre vengono chiusi i sentieri pedonali che si trovano lungo i corsi d’acqua posti a quote inferiori rispetto al torrente e in aree ad alto rischio esondazione. Chiusa la strada sterrata lungo il torrente petronio che si collega alla localita’ pestella. Vietato sostare nel parcheggio sterrato dell’area tangoni. Vietato attraversare strade che comportino l’attraversamento su ponti a raso con il corso d’acqua: tali strade verranno chiuse alla circolazione. Evitare di attraversare su passerelle pedonali in legno o di altra costruzione”.

Per quanto riguarda Genova è previsto un incontro a breve con la protezione civile. A rischio la partita di domenica a Marassi.

Torrenti e rivi saranno costantemente monitorati.

La perturbazione che sta per investire la nostra regione da ponente a levante è “cugina” dell’uragano Sandy, che una decina di giorni fa ha sconvolto la costa occidentale americana.
Piogge intense e persistenti per tutta la durata dell’evento interesseranno il ponente fin dalle prime ore di sabato 10 settembre.
La probabilità che si verifichino temporali organizzati e persistenti è maggiore nella fascia oraria racchiusa fra la tarda mattinata e la serata di sabato.

Lo scenario meteorologico è quello tipico delle alluvioni liguri – si legge nell’ultimo comunicato Arpal – con grandi quantità di aria umida ricca di pioggia incanalate verso il mar ligure e rese stazionarie dal gioco dei venti, della pressione atmosferica e dalla presenza dei monti.

La perturbazione si estenderà al levante a partire dal primo pomeriggio, e sebbene nella prima mattinata di domenica le precipitazioni dovrebbero attenuarsi, gli effetti al suolo prodotti dal rigonfiamento dei corsi d’acqua potranno manifestarsi ancora per alcune ore.

A questo proposito è bene ricordare a tutti come l’Allerta tenga conto sia degli effetti meteorologici, relativi alla quantità e all’intensità dell’acqua, sia degli effetti idrologici, ossia la risposta dei bacini e dei corsi d’acqua.
Per tutta la durata dell’evento verranno pubblicati sul sito www.arpal.gov.it aggiornamenti previsionali ed idrologici