Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Al via il Salone delle identità territoriali, Armella: “Una vetrina di eccellenze su cui la Liguria ha moltissimo da dire”

Genova. I pregi, tutto ciò che c’è di bello e di buono, in poche parole il meglio della Liguria è in mostra per questo week end al Padiglione B della Fiera del Mare, per la prima edizione del Sit, il Salone delle Identità Territoriali.

“Siamo molto contenti, è il primo anno, un esperimento, siamo partiti con un salone che riesce a raccogliere tutto il meglio il bello e il buono che c’è in Liguria e non solo – afferma il presidente di Fiera di Genova Sara Armella, questa mattina all’inaugurazione della rassegna – C’è una parte convegnistica importante, una parte divertente di cucina, di assaggio, una tappa del mondiale di pesto e tanto divertimento per i bambini”.

Tre giorni per conoscere gusti, sapori ma anche usanze, storia e tradizione, del territorio ligure e non solo, “c’è un contatto forte con il tutto il territorio con una valorizzazione di tutte le eccellenze che sono presenti. Credo che la Liguria sotto questo profilo abbia moltissimo da dire ed è bene che ci sia una manifestazione di rango nazionale dove i prodotti liguri e locali di grande eccellenza e capacità competitiva possano affermarsi e proporsi”.

C’è una parte dedicata anche all’export, alla Cina e a come veicolare queste eccellenze così legate al territorio ma che hanno probabilmente all’estero anche una grande capacità di appeal e di vendita. “Credo che sostenere una rete di microaziende in grado però di competere internazionalmente sul piano della qualità sia qualcosa su cui dobbiamo puntare con grande determinazione”.

“Un’iniziativa positiva – aggiunge il sindaco di Genova Marco Doria – riempie il padiglione della Fiera e fa vedere la ricchezza del nostro territorio di cui apprezziamo le tradizioni e i prodotti dell’artigianato, dell’agricoltura e della gastronomia che ci rimandano a una cultura del territorio che deve essere valorizzata in tutti i modi”.