Quantcast

Al via domani Abcd + Orientamenti: 500 appuntamenti e 314 espositori per gli stati generali della scuola

abcd orientamenti

Genova. Si aprono domani alla Fiera di Genova ABCD – il Salone italiano dell’educazione insieme e Orientamenti – il Salone ligure dell’orientamento e del lavoro, in programma fino a venerdì 16 novembre. Sarà un’edizione di contenuto e di grandi numeri. Argomento centrale della manifestazione sarà la scuola digitale, con il ritorno a sorpresa della conferenza europea Eminent, organizzata da European Schoolnet, la tavola rotonda sull’Editoria Digitale e la conferenza “Quando lo spazio insegna: nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio”, realizzati in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – rivolti alla comunità italiana e europea dei docenti. Presente per tutta la durata della manifestazione il primo prototipo dinamico e interattivo di scuola digitale, “Quando lo spazio insegna: ripensare lo spazio e le dotazioni per la scuola del nuovo millennio”. Seicento metri quadri di scuola innovativa, ideati dal MIUR, realizzati da Fiera di Genova con la regia di INDIRE.

Varcata la soglia del padiglione C, i visitatori di ABCD+Orientamenti troveranno ad accoglierli un calendario di 531 appuntamenti e ben 314 espositori, di cui 96 ad ABCD appartenenti al settore tecnologie, editoria digitale, turismo, infanzia, educazione, campagne e presenze istituzionali. 59 le scuole superiori presenti ad Orientamenti Junior e 159 i presenti ad Orientamenti Senjor tra Università, Istituti Superiori tecnici e Enti di formazione.

A tagliare il nastro saranno il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e l’assessore all’istruzione, formazione e università Sergio Rossetti, l’assessore alla scuola, allo sport e alle politiche giovanili del Comune di Genova Pino Boero, il direttore del dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del MIUR Giovanni Biondi, il rettore dell’Università di Genova Giacomo Deferrari, il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale Giuliana Pupazzoni, il direttore delle politiche formative e del lavoro della Provincia di Genova Michele Scarrone, il presidente della Fiera di Genova Sara Armella e l’amministratore delegato Beppe De Simone.

In primo piano, alle 10.00 in Sala Liguria, il ritorno inatteso di Eminent. “Schools in Europe in 2025: the challenge of mainstreaming ICT Use”, la 12° conferenza europea Eminent, promossa dal MIUR e dall’European Schoolnet (EUN), un’associazione costituita dalla rete di 30 Ministeri della Pubblica Istruzione in Europa, torna a Genova per il secondo anno consecutivo per analizzare le future tendenze delle tecnologie e dell’istruzione. Nel corso della seduta saranno prese in esame la “Survey of Schools: ICT in Education”, la più ampia indagine a livello europeo che ha comparato le prestazioni delle scuole di 27 Paesi in termini d’accesso, uso e atteggiamento nei confronti dell’ICT, e l’“Innovative Technologies for an Engaging Classroom”, un progetto paneuropeo di quattro anni che mira a fornire un modello capace di spiegare come la diffusione della tecnologia a supporto dell’insegnamento e le attività di apprendimento innovativo possano andare oltre i progetti pilota su piccola scala e diventare parte integrante delle scuole di tutta Europa.

Tra i momenti più significativi proposti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca segnaliamo, per la giornata d’inaugurazione, la tavola rotonda sull’editoria digitale, alle 14 in Sala Liguria, durante la quale interverranno rappresentanti dell’Associazione italiana Editori (AIE) e del gruppo di lavoro del ministero “Tecnologie applicate alla didattica e qualità dell’istruzione. Modererà l’incontro Luca De Biase, editor di innovazione a Il Sole 24 Ore e Nova24 e Presidente della Fondazione Arhef.

Nella giornata inaugurale verranno aperte le aule del primo prototipo dinamico e interattivo di scuola 2.0, “Quando lo spazio insegna: ripensare lo spazio e le dotazioni per la scuola del nuovo millennio”. Seicento metri quadri di scuola innovativa, ideati dal MIUR, realizzati da Fiera di Genova con la regia di INDIRE, che ospiteranno un ricco programma di lezioni 2.0, possibili grazie all’utilizzo degli ultimi ritrovati della tecnologia e alla scelta di metodologie d’insegnamento formali e non, già sperimentate a livello europeo. Attrezzature, apparecchiature tecnologiche e contenuti didattici sono forniti dagli espositori della manifestazione.

Le 5 aule sono state pensate come spazi attivi e con arredi insoliti: lo spazio di esplorazione, dove lo studente cresce e apprende attraverso l’esperienza diretta e l’approccio laboratoriale, quello individuale, in cui il ragazzo prende coscienza delle proprie propensioni e attitudini e del proprio ritmo di studio, sia grazie a lavori svolti in autonomia sia attraverso il confronto con il docente, lo spazio informale, quello dedicato “alla pausa!”, la classe, pensata come un luogo di confronto, collaborazione e condivisione, non statica, ma modulare e, quindi, ricomponibile in una struttura sempre nuova e adatta all’occorrenza, e ultimo ma non meno importante l’agorà, l’ambiente dove gli alunni posso condividere in modalità plenaria eventi e presentazioni.
Tutti i visitatori del Salone, per tutta la durata della manifestazione, potranno assistere alle lezioni all’interno delle aule (prenotazioni on-line attraverso il sito www.abcd-online.it) e fuori dalle stesse, perché le loro pareti saranno trasparenti e realizzate in modo da poter sentire l’audio anche dall’esterno della scuola.
La prima campanella suonerà alle 9.30 in aula agorà!