Quantcast
Cronaca

Ad Abcd + Orientamenti si parla di educazione alimentare con “I cibi raccontano”

cibi raccontano

Genova. A Genova dal 14 al 16 novembre ad ABCD+Orientamenti, il Salone italiano dell’educazione, dell’orientamento e del lavoro, nell’ambito del progetto “I cibi raccontano”, gli studenti del secondo e terzo anno del Corso di Laurea in Dietistica dell’Università di Genova racconteranno e mimeranno quattro favole che avranno come primi attori i cibi e il loro ruolo fondamentale sul palcoscenico di un corretto ed equilibrato stile di vita. Le favole saranno raccontate anche in arabo e in cinese per i bambini di altre culture, e sarà disponibile una versione scritta a uso degli insegnanti.

Il progetto “I cibi raccontano” è nato dall’Università degli Studi di Genova nell’ambito del Corso di Laurea in Dietistica. L’iniziativa si giova della collaborazione della Clinica Pediatrica I.R.C.C.S. G. Gaslini, questo percorso educativo è stato sperimentato per i bambini ospedalizzati per malattia cronica. “I cibi raccontano” rappresenta la concretizzazione delle linee educative proposte al Premio Internazionale Andersen di Sestri Levante.

Nell’ambito della manifestazione “Happy Food” l Dietisti e gli studenti del Corso di Laurea in Dietistica sono stati per la prima volta coinvolti nel utilizzazione della favola come modalità di educazione alimentare riscuotendo un notevole successo sia nei bambini sia nei loro insegnanti. Tutto ciò ha potuto realizzarsi soltanto con la collaborazione della Gaslini Band Band, oggi la Band dell’Orso. In sintesi i bambini hanno imparato le basi di una sana alimentazione e i principi della Dieta Mediterranea ascoltando le favole mimate dai protagonisti che impersonavano olio di oliva, frutta e verdura.

Le favole hanno sempre rappresentato uno strumento di trasmissione tra generazioni non solo di saperi ma anche di usi, costumi e tradizioni: in questo caso di tratta di utilizzare le favole per trasmettere ai bambini i principi di una sana ed equilibrata alimentazione contrastando gli stimoli molto spesso obesogenici provenienti dall’ambiente che ci circonda. Per questo ogni favola ha una morale “alimentare” che viene comunicata al fine preciso di guidare il comportamento alimentare del bambino.

L’Olio del Mercante mette in luce l’importanza dell’olio d’oliva nella preparazione e nel condimento degli alimenti, e ne sottolinea gli effetti benefici. Inoltre, secondo i dettami della dieta mediterranea il burro e gli altri condimenti animali devono essere utilizzati in maniera assai più limitata. Dall’Albero al Frutto sottolinea l’importanza per il mantenimento di un buon stato di salute dell’assunzione di vitamine attraverso il quotidiano consumo di frutta e verdura. Luca e le Verdure Magiche evidenzia la necessità di consumare la prima colazione, pasto fondamentale soprattutto nei bambini in età scolare. L’Arcobaleno del Paese di Ortofelice spinge a una alimentazione varia che comprenda gli alimenti naturali, senza privilegiare snack confezionati ed industriali.

Le fiabe de “I cibi raccontano” saranno rappresentate tutti e tre i giorni del Salone ABCD+Orientamenti, nell’area infanzia, dalle 10 alle 16.

L’ingresso è gratuito previo accreditamento sul sito www.abcd-online.it o direttamente alla reception della manifestazione. ABCD contribuisce alla sostenibilità e da tre anni non stampa materiali pubblicitari: il sito e Facebook sono gli strumenti informativi e interattivi per costruire relazioni stabili con i visitatori e i “followers”, una community che a oggi conta 125mila iscritti.