Ventenne ubriaco non si ferma al posto di blocco: 36 punti decurtati in un colpo, patente stracciata - Genova 24
Cronaca

Ventenne ubriaco non si ferma al posto di blocco: 36 punti decurtati in un colpo, patente stracciata

polizia stradale notte

Arenzano. Si è conclusa in breve tempo la carriera da automobilista di un ventenne genovese. Rientrando a casa dopo una serata trascorsa con gli amici, incappa in un controllo della pattuglia della Polizia Stradale di Genova in servizio di vigilanza stradale ad Arenzano.

Gli operatori gli intimano l’Alt ma, alla vista della paletta, il giovane non si ferma e scappa. Gli agenti, dopo un rocambolesco inseguimento, lo fermano a Voltri e per lui scattano i controlli di routine, in primis la prova con l’etilometro. Il riscontro è positivo: tasso alcolemico pari a 0.73, ritiro della patente di guida e sospensione da tre a sei mesi, pagamento di una somma da 500 a 2 mila euro e affidamento dell’autovettura ad altra persona idonea alla guida. Ma non finisce qui.

Gli operatori contestano anche sia la violazione per l’inottemperanza all’invito di fermarsi (per la quale non è previsto il pagamento della sanzione in misura ridotta, ma il verbale viene trasmesso al Prefetto per i provvedimenti di competenza), sia quella relativa alla velocità eccessiva nell’attraversamento del centro abitato in ore notturne.

Il Codice della Strada dispone per i conducenti nei primi tre anni dal conseguimento della patente di guida di categoria B e per coloro i quali hanno età inferiore a ventuno anni, il divieto assoluto a guidare dopo aver assunto bevande alcoliche; nonché il raddoppio dei punti di decurtazione dalla patente di guida.

Nel caso in questione, la guida in stato di ebbrezza prevede 10 punti di decurtazione punti dalla patente di guida che diventano 20 per i neopatentati, per l’eccessiva velocità i punti sono 5, 10 per i neopatentati ed infine 3 che diventano 6 per l’inottemperanza all’invito a fermarsi.

Totale 36 punti di decurtazione. Ciò implica per il giovane la sottoposizione all’esame di idoneità tecnica per la verifica dei requisiti fisici e psichici.