Quantcast

Turismo, Burlando: “Liguria meta preferita dagli stranieri, ma serve crescita per far ripartire il mercato interno”

Liguria. “Spero ancora che si faccia in tempo a scongiurare l’aumento dell’Iva. Io ho condiviso il percorso di risanamento, ma qui si parla di consolidamento in una fase recessiva. Speriamo che i mercati si stabilizzino e poi si pensi anche alla crescita”.

Claudio Burlando, presidente della Regione Liguria, commenta così l’ultimo provvedimento del Governo Monti che prevede l’innalzamento di un punto percentuale dell’imposta sui consumi. Una decisione che rischia di abbattersi anche sul settore turistico.

“Il turismo – ha continuato Burlando – in Liguria conta molto e fatica tantissimo. Abbiamo avuto un’annata che a fronte di un calo evidentissimo del turismo interno, ha visto crescere sensibilmente gli arrivi di chi viene da lontano. In questo settore cresciamo più degli altri paesi del Mediterraneo”.

Ma le difficoltà permangono: “Certamente siamo penalizzati dalla crisi del mercato interno: questo è evidente. Abbiamo fatto anche un bando per gli investimenti e aspettiamo la risposta. Vediamo se qualcuno può usare anche questa fase critica per innovare, per crescere”.

“E’ evidente però – ha concluso Burlando – che se l’economia italiana e quella europea non ripartono è difficile che i consumi possano ripartire. Naturalmente però noi lavoriamo per questo obiettivo”.