Quantcast

Santa Margherita ligure, il sindaco De Marchi: “Sull’ospedale nessuno faccia il primo della classe”

Santa Margherita ligure. “L’ospedale non diventi occasione per ricercare un tornaconto politico di parte o per avocare a sé meriti che non si hanno. Dimenticando, soprattutto, che gli ultimi emendamenti, proposti dal consigliere Marsano, non rappresentano la sostanza di un testo molto più articolato, documento che sarà portato all’attenzione del prossimo consiglio è il frutto di un pregevole, assiduo e pesante lavoro svolto dall’amministrazione largamente intesa, dalle commissioni e dagli uffici, cui va il nostro ringraziamento”. Così il Sindaco Roberto De Marchi commenta le ultime esternazioni del presidente di Santa nel Cuore, Paolo Pendola.

“Su questo tema – prosegue De Marchi – tutto il consiglio comunale è stato chiamato a un atto di grande responsabilità. A resistere, in primo luogo, alla tentazione di un immediato scontro giudiziario che non avrebbe prodotto alcun risultato per la città”. “L’unità della commissione è un elemento fondamentale per far sì che questa vicenda kafkiana, in cui la Regione ha voltato le spalle a Santa Margherita, possa giungere a una conclusione accettabile. O, in alternativa, per continuare a difendere all’unisono i diritti della nostra comunità in un’aula di tribunale”.

“E’ spiacevole – dice il sindaco che qualcuno, peccando di presunzione, cerchi di mettere il proprio cappello su una battaglia comune, soprattutto se il proprio rappresentante è il decano del consiglio. Se siamo giunti a questo punto qualche responsabilità storica deve pur esistere, ma è un capitolo che non voglio aprire a meno che non venga meno il rispetto per il lavoro svolto da tutti i consiglieri e dall’amministrazione stessa”.