Salone Nautico: undici le imprese che faranno conoscere il “made in Liguria” - Genova 24
Altre news

Salone Nautico: undici le imprese che faranno conoscere il “made in Liguria”

Salone Nautico

Genova. Ci saranno anche le imprese liguri dell’artigianato d’eccellenza nella
grande vetrina della 52° edizione del Salone Nautico Internazionale, che
si aprirà il 6 ottobre a Genova.

Fino al 14 ottobre, undici imprese artigiane, grazie al contributo della Regione Liguria, porteranno le proprie produzioni nell’esposizione collettiva allestita nel Padiglione S (1^ galleria), nello stand riservato all’artigianato ligure.

“Essere sotto i riflettori del Nautico – dichiara Renzo Guccinelli, assessore regionale allo Sviluppo economico – rappresenta non solo per le imprese espositrici, ma per tutto il tessuto dell’imprenditoria artigiana della regione un’occasione importante, specie nell’attuale difficile momento economico, di promozione e di marketing territoriale per esportare oltre i confini regionali il made in Liguria. Il numero crescente, edizione dopo edizione, delle imprese partecipanti testimonia che le nostre imprese artigiane hanno compreso l’importanza di essere presenti in una vetrina internazionale come quella del Salone Nautico per promuovere i propri prodotti”.

“Tra le 11 imprese espositrici – spiega Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – quattro le aziende che hanno ottenuto il prestigioso marchio regionale “Artigiani In Liguria”, sinonimo di eccellenza. Le imprese liguri che partecipano al Salone, con l’esposizione e la vendita delle loro lavorazioni, rappresentano quella parte del nostro territorio che valorizza le peculiarità di un artigianato artistico e agroalimentare tradizionale e tipico di qualità”.

A dare un assaggio delle produzioni di qualità, saranno gli artigiani della ceramica artistica, degli accessori in pelle, della lavorazione del rame e dell’ardesia, della filigrana, di accessori in ottone per la nautica, dell’oreficeria, della sartoria, della cosmesi e dell’agroalimentare, con l’immancabile pesto
alla genovese.