Quantcast
Sport

Rugby, serie A1: la meta di Cinquemani porta la Pro Recco al successo contro il Cus Verona

Recco. La bellissima meta di Cinquemani, che insegue la palla correndo per quasi metà campo e alla fine la schiaccia oltre la linea anticipando gli avversari, è la giusta immagine per la prova della Pro Recco Rugby (nella foto di Luigi Galli) che, nonostante un primo tempo estremamente difficile e una disciplina ancora da aggiustare, non ha perso la testa e la determinazione, riuscendo a raddrizzare l’incontro contro il Cus Verona ed infine a vincerlo con il punteggio di 24-11.

“Sapevamo che la partita sarebbe stata dura ed equilibrata e che il Verona avrebbe cercato di imporre il suo valido pacchetto di mischia – dice coach Claudio Ceppolino nell’intervista rilasciata al sito internet del club -. Che la partita non sarebbe stata facile si è capito subito”.

Al 2′ minuto il Verona era già in vantaggio grazie ad un calcio di punizione di Michelini (per lui oggi 2/5 e sei punti). Al 6′ tocca ad Agniel (oggi per lui 4/8 e undici punti dalla piazzola, più un drop) andare in piazzola per il 6-6. Dopo un errore dalla piazzola del Verona, inizia il momento più difficile per gli Squali. Al 13′ Vallarino rimedia un cartellino giallo e il conseguente calcio di punizione porta il punteggio sul 3-6. Al 20′ Agniel va a vuoto dal tee e quattro minuti dopo il Verona va in meta con un’azione personale del mediano di mischia Mariani per il 3-11.

Per i padroni di casa è buio profondo: la mischia continua a soffrire sia in chiusa che in maul, il piede di Agniel sbaglia anche al 28′ e, un minuto dopo, Villagra si vede sventolare davanti un cartellino giallo che lascia di nuovo i biancocelesti in quattordici. Negli ultimi dieci minuti della prima frazione c’è ancora spazio per tre calci di punizione: al 30′ sbaglia Michelini, al 34′ Agniel va a segno per il 6-11 ma, sul filo del fischio finale, il francese non riesce ad andare di nuovo a segno e il parziale si chiude quindi sul 6-11.

Inizia la ripresa e si capisce subito che la musica, finalmente, è cambiata, come sottilinea Emy Forlani, nella cronaca del match sul sito della Pro Recco Rugby. La mischia del Recco prende le misure di quella avversaria, i trequarti sfruttano i palloni che finalmente arrivano e, già al 3′ minuto, Becerra si invola per una bellissima meta di forza e velocità, schiaccia in mezzo ai pali, Agniel trasforma e siamo 13-11. Gli Squali ora hanno in mano il pallino del gioco e, sebbene il Verona non abbia nessuna intenzione di mollare, i punti sono tutti biancocelesti: al 15′ Agniel allunga su punizione (16-11) e al 35′ centra un bel drop per il 19-11. Nel frattempo, al 29′, anche Salsi finisce in punizione per dieci minuti, raggiungendo il veronese Pauletti che aveva preso un cartellino giallo quattro minuti prima.

Il risultato ormai è abbastanza al sicuro e gestito da parte degli Squali, però arriva anche un’ulteriore sicurezza: al 40′ Cinquemani ci crede fino in fondo, insegue la palla per quasi cinquanta metri e alla fine riesce a schiacciarla in meta per primo nonostante tutti gli avversari che speravano di riuscire ad annullarla schiacciandola prima di lui. Agniel sbaglia la trasformazione molto angolata e il punteggio rimane sul 24-11 che sarà il risultato finale.

“Nel primo tempo – spiega il coach biancoceleste – il Verona è riuscito a metterci sotto proprio sul nostro punto di forza e noi non abbiamo praticamente avuto palloni da giocare: loro hanno giocato proprio “alla Recco”. Nella ripresa i veneti sono calati fisicamente, noi siamo riusciti a restare concentrati nonostante un primo tempo così difficile, abbiamo ritrovato la determinazione, preso il controllo del campo e così sono arrivate due bellissime mete dai nostri trequarti, che oggi hanno offerto una prova molto valida. In generale ci tengo ad evidenziare l’ottimo lavoro fatto dalla nostra difesa, che ha saputo essere efficace ed ha mostrato sicuramente dei progressi nella gestione tattica e sui punti d’incontro”.

“Di sicuro – continua Ceppolino – dobbiamo lavorare ancora tanto sulla disciplina: cinque cartellini gialli in due partite sono decisamente troppi”. Era importantissimo vincere ed essere riusciti a farlo al termine di una partita così impegnativa, riuscendo a non mollare e a non arrendersi neanche vedendo il principale punto di forza in grande difficoltà, è senz’altro il segnale più importante dell’incontro, insieme alla prova della difesa e alla qualità in netta crescita del gioco dei trequarti.

Tra una settimana la Pro Recco Rugby è attesa dalla trasferta sul campo del Modena. Per Ceppolino e i suoi ragazzi un’altra dura settimana di lavoro per correggere errori e mancanze e per consolidare ed affinare i meccanismi di gioco: il campionato si prospetta più equilibrato che mai ed è fondamentale crescere ad ogni partita e dare sempre il massimo.

Tabellino:

PRO RECCO RUGBY VS CUS VERONA RUGBY 24-11 (P.T. 6-11) (PUNTI 4-0)

Pro Recco Rugby: Becerra, Bisso, Tassara, Agniel, Cinquemani, Zanzotto, Villagra, Salsi, Orlandi, Giorgi, Vallarino, Metaliaj (7′ st Tonini), Galli (34′ st Sciacchitano), Noto, Casareto (34′ st Bedocchi)
A disposizione: Axianas, Esposito, Breda, Canoppia, Malgieri
Allenatore: Villagra

CUS Verona: Del Bubba, Laryea, Tampelin, Arduin, Martinucci, Michelini, Mariani, Mazzi (12′ st Bergamin), Badocchi, Paghera (18′ st Olivieri), Filippini, Braghi (18′ st Pauletti), Michelini, Zani (12′ st Neethling), Munteanu
A disposizione: Mutascio, Girelli, Magrulli, Pizzardo
Allenatore: Bresciani

Marcatori: p.t.: 2′ cp Michelini E. (0-3), 6′ cp Agniel (3-3), 14′ cp Michelini E. (3-6), 24′ meta Mariani (3-11), 34′ cp Agniel (6-11).
S.t.: 3′ meta Becerra, tr Agniel (13-11), 15′ cp Agniel (16-11), 35′ drop Agniel (19-11), 40′ meta Cinquemani (24-11).

Arbitro: Sgardiolo di Rovigo
Cartellini: gialli: 13′ pt Vallarino, 29′ pt Villagra, 25′ st Pauletti, 29′ st Salsi
Note: spettatori ca 200, poco nuvoloso, terreno in perfette condizioni

Risultati, classifica e prossimo turno:

Serie A – Girone A – II giornata – 14.10.12 – ore 15.30

San Gregorio Catania v Accademia Federale Tirrenia 00 – 88 (0-5)
Pro Recco v Franklin&Marshall Cus Verona 24 – 11 (4-0)
Romagna RFC v Rugby Banco di Brescia 37 – 41 (2-5)
Rubano Rugby v Donelli Modena 18 – 06 (4-0)
Lyons Piacenza v Rugby Udine 34 – 22 (5-0)
Aeroporto di Firenze v UR Capitolina 07 – 41 (0-5)

Classifica:
Lyons Piacenza e Unione Capitolina punti 10; Accademia Nazionale Tirrenia punti 7; Romagna e Rubano punti 6; Udine, Modena e Brescia punti 5; Recco punti 4; Cus Verona punti 1; San Gregorio Catania e Firenze punti 0.

Prossimo Turno Domenica 21ottobre 2012
Accademia Federale Tirrenia – Romagna; Udine – Cus Verona; Brescia – Firenze; Modena – Recco; Rubano – Lyons Piacenza; Unione capitolina – San Gregorio Catania.