Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rossini a Ge24: “Massima fiducia in Romero. A Parma giocheremo da Sampdoria”

Bogliasco. Trasferta di Parma alle porte. La Sampdoria, reduce dal ko di Verona contro il Chievo, ha voglia di riprendere l’ottimo cammino intrapreso in avvio di campionato. A Parma, Ciro Ferrara dovrà fare a meno dello squalificato Daniele Gastaldello. Lo sostituirà Andrea Costa (con Simon Poulsen ad occupare la corsia mancina).

Al suo fianco l’inamovibile Jonathan Rossini. “Gastaldello è un giocatore importante- ha ammesso lo svizzero- è un peccato che non possa fare parte della spedizione. D’altra parte abbiamo una rosa che permette al mister di supplire a questo tipo di assenze”.

E ancora: “La squalifica del capitano non mi porta ad avere un ruolo di leadership nella retroguardia blucerchiata. Farò, come sempre, quello che mi chiede il mister. Con Costa c’è un ottimo feeling, è già capitato di giocare insieme e posso assicurare che faremo il massimo per fermare gli attaccanti gialloblù”.

E sulle punte avversarie c’è da fare buona guardia: “Amauri e Biabiany sono giocatori ai quali prestare la massima attenzione. Sicuramente ci aspetta una gara molto impegnativa, il Parma non è solo gli attaccanti di cui dispone. Ha una squadra molto organizzata, un tecnico preparato e una tipologia di gioco ormai ben rodata”.

Tra i pali, dopo il clamoroso errore di Verona che è costato il primo ko della stagione alla Sampdoria, riecco Sergio Romero. Una papera, assicura Rossini, che non ne mette in dubbio le sue qualità: “È uno dei migliori numeri uno in circolazione. Un giornata storta può capitare a chiunque. Se penso a quante volte ha salvato il risultato, una distrazione come quella dell’ultima sfida pre-sosta non andrebbe nemmeno tenuta in considerazione. Tra l’anno scorso e la stagione appena cominciata ha dimostrato di essere un fenomeno. Da difensore, averlo alle spalle, mi fa sentire più sicuro”.

Dopo la sconfitta con il Chievo è arrivata la sosta. Tolte le fatiche della nazionale, un periodo buono per oliare i meccanismi pretesi da mister Ferrara e per recuperare le energie in vista dei prossimi impegni: “Quando perdi vorresti tornare in campo il giorno dopo per rifarti ma tutto sommato un break va sempre accolto con un sorriso, la stagione è lunga e tosta”.

Per affrontarla servirà una Samp al top: “La nostra forza è il gruppo- conclude Rossini- le qualità non ci mancano, corriamo come matti e lottiamo su ogni pallone”.

Dal campo di Bogliasco. Recuperato Simon Poulsen, Pedro Obiang continua invece a seguire un programma differenziato. Solo domani, giorno della rifinitura, si valuteranno le possibilità di averlo a disposizione per la gara del Tardini. Ancora fuori causa Andrea Poli e Nicola Pozzi. Capitolo Juan Antonio: l’argentino domani giocherà con la Primavera per riprendere confidenza con il campo dopo due lunghi mesi di stop.