Quantcast

Regione, undici immobili sanitari dismessi, il ricavato eviterà deficit e nuove tasse

Regione. La Giunta regionale concluderà entro ottobre la procedura per la dismissione di 11 immobili
sanitari e potra’ mettere a bilancio il ricavato, 106 milioni di euro, che consentiranno di evitare il deficit della sanità e nuove tasse.

Lo ha annunciato oggi la vicepresidente Marylin Fusco dopo che la Giunta ha approvato la delibera che stabilisce
il cambiamento di destinazione d’uso di due immobili a Costarainera (Imperia) e a Santa Margherita Ligure (Genova).

“Con queste due pratiche abbiamo chiuso le procedure per il cambio di destinazione di sei immobili – ha spiegato la
vicepresidente – Ne restano cinque che contiamo di completare entro la fine del mese”.

“Sono molto soddisfatta perchè siamo riusciti a lavorare in fretta – ha aggiunto Marylin Fusco – grazie alla legge 37 del 2011 che ha modificato la normativa per le dismissioni, altrimenti saremmo ancora indietro”.

Tutti i beni sono stati gia’ acquistati da Arte: “eventuali plusvalenze verranno usate per interventi in sanità – ha
spiegato la vicepresidente – Su richiesta della nuova amministrazione di Genova abbiamo fermato la procedura per gli ultimi due immobili rimasti, l’ex ospedale di Quarto e l’ex Martinez. Non appena si determinerà la nuova destinazione d’uso, il ricavato dalla loro vendita sarà comunque usato per nuovi interventi in sanità”.