Quantcast
Politica

Province, pronto il decreto: 36 saranno soppresse, Genova diventa città metropolitana

Roma. Manca solo qualche ritocco ma il decreto legge che fissa il riordino delle province italiane è praticamente pronto e sarà all’esame del primo consiglio dei ministri di novembre.

Le Province scenderanno da 86 a 50, comprese le dieci Città metropolitane. Quelle tagliate saranno trentasei, alle quali bisogna aggiungere un’altra decina di cancellazioni nelle Regioni a statuto speciale, che però hanno sei mesi di tempo per adeguarsi e decideranno loro come farlo.

In Liguria Savona e Imperia saranno accorpate, Genova invece diventerà città metropolitana inglobando anche il Tigullio, mentre La Spezia resterà tale e quale.

Il decreto prevede, inoltre, che dalla fine di giugno 2013 tutte le province siano “commissariate”, anche quelle che non verranno toccate dal riordino. Il ruolo di commissario, però verrà affidato molto probabilmente al presidente della provincia uscente

Anche il sistema elettorale dei consiglieri provinciali subirà una modifica: con consiglieri eletti non più dai cittadini ma dai consiglieri comunali e un sistema di compensazione per far sì che i comuni piccoli non abbiamo lo stesso “peso” di quelli grandi.