Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parma-Sampdoria: le nostre pagelle

Terza sconfitta consecutiva. Le attenuanti ci sono, i punti non più.

Romero 5,5 – il dubbio è lecito, vittima o carnefice? Forse il fallo su Biabiany era evitabile, ma non era la prima volta che l’ex blucerchiato gli piombava minacciosamente in area. Per una roba simile Mirante sarà graziato. Mazziato.

Berardi 6 – nel primo tempo spicca per qualche scorribanda pericolosa, non si smarrisce nell’inferiorità numerica e si procura un infortunio in un generoso affondo. (In)esauribile. Al 60’ De Silvestri – entra in campo ma non entra in partita. Indecifrabile.

Rossini 5 – errori in serie decisivi. Come già era accaduto si smarrisce senza la spalla Gastaldello. Conservatore.

Costa 5 – si becca una capocciata dopo poco minuti, rientra in versione bendata e sulle scorribande di Biabiany non sembra proprio ferrato. A due passi da Mirante spreca l’occasione riapri partita. Spensierato.

Estigarribia 6 – ruolo non desueto e già praticato nella Juventus, se la cava bene ma incide meno di Berardi. Coraggioso.

Munari 6 – gli si chiede copertura e lui la garantisce. Il Parma gioca con lanci lunghi a scavalacare la linea mediana e su quelli non ci può far granché. Sovrastato.

Maresca 5,5 – la sua partita non è perfetta, d’altronde come quella della Sampdoria. In queste partita gli si chiede la giocata da fuoriclasse, ma questa volta non la tira fuori. Spuntato.

Renan 5 – Ferrara lo toglie dalla naftalina, ma il brasiliano non trova quella lucidità che sapeva imporre nelle parte finale della scorsa stagione. Indurito. Dal 1’ del st Soriano 5 – lo si vede pochissimo, non riesce a entrare nei meccanismi di una partita condizionata dalla superiorità numerica degli avversari che si fa valere soprattutto in mezzo al campo. Estraneo.

Krsticic 5 – stranamente leggero, si limita ad appoggiare palle al compagno più vicino, perde la maggior parte degli scontri fisici. Delicato.

Maxi Lopez sv – agli atti rimane una capocciata su assist di Krsticic, per il resto gli concediamo il sv, nonostante l’inconsistenza della sua prima mezzora. Sacrificato. Dal 35’ del pt Berni 7 – entra e oltre al rigore beccherà un gol imparabile, per il resto si oppone con freddezza e precisione. Puntuale.

Eder 6,5 – con la Samp in dieci, orfano di Lopez si danna come un matto per cercare di fare male. Recupera e realizza il rigore. Altro non poteva fare. Energico.

Ferrara 5 – gli assenti e l’esplusione spingono a scelte coraggiose, l’idea è che le sbagli quasi tutte. Afflitto.