Quantcast

Parchi naturali, Briano: “Ogni anno costano ai Liguri come un caffè, ma i tagli li mettono a rischio”

Genova. L’importante ruolo dei parchi liguri nel turismo dell’entroterra è dimostrato dai fatti. “ Ma se a livello governativo continuerà a prevalere la logica del tagli lineari non vedo come potranno sopravvivere in futuro”.

Lo ha affermato l’assessore all’Ambiente della Regione Liguria Renata Briano, intervenendo alla Conferenza Regionale per il Turismo al Teatro Duse. Il costo annuale dei parchi a carico di ogni cittadino ligure è praticamente quello di un caffè che però si moltiplica in risorse economiche per il territorio e il suo sviluppo turistico”, ha aggiunto la Briano.

Sono oltre un milione gli annuali passaggi di escursionisti nei Parchi Liguri, dalle Cinque Terre, Beigua Geopark ,l’Alta Via dei Monti Liguri , le Alpi Liguri all’ Antola a tutti gli altri, e decine di migliaia di turisti che ogni anno raggiungono il lago del Brugneto.

“Contarsi non sempre è indispensabile – afferma Renata Briano, assessore ai Parchi della Regione Liguria – ma può essere molto utile. L’escursionismo è uno sport che concilia l’attività fisica e la cultura, è il modo migliore per conoscere tanti luoghi della bellezza del nostro entroterra”.

“Al di là del successo di località blasonate come Portofino e le Cinque Terre, i dati dimostrano come anche i parchi dell’entroterra e dell’Alta Via stiano registrando un crescente interesse, a tutto vantaggio di un turismo ligure che offre vacanze tutto l’anno”, aggiunge la Briano che si aspetta un “boom” di turisti per i prossimi mesi.

In questi mesi, la Regione Liguria è al lavoro per riorganizzare l’intera rete escursionistica che comprende il Parco Nazionale delle Cinque Terre, nove parchi naturali regionali (Alpi Liguri, Antola, Aveto, Beigua, Bric Tana, Montemarcello Magra,Piana Crixia, Portofino, Porto Venere), le riserve naturali regionali Adelasia, Berteggi, Isola Gallinara, Rio Torsero, i giardini botanici Hanbury e Pratorondanino. Tra le aree protette anche l’Alta Via dei Monti Liguri, la aree protette provinciali Savonesi e il Parco delle Mura di Genova.