Economia

Nautico, Scandroglio: “Il Governo non deve tirarsi indietro”

Genova. Il Salone Nautico, con la sua sfilata di politici non può essere esente da polemiche. Le stilettate arrivano dal Pdl e da Michele Scandroglio: “Al Salone nautico di Genova il lamento di tutti, operai e imprenditori, è un coro. Ora che sono scappati i buoi, sento dire che si chiuderanno le stalle. Come ha affermato il presidente di Ucina, Anton Albertoni, il mercato della nautica è stato criminalizzato e i primi a farne le spese sono stati i lavoratori del settore, che bene hanno fatto a farsi sentire quest’oggi all’inaugurazione”.

Nella nota Scandroglio prosegue “I 900 espositori che ancora hanno tenuto duro e creduto nel proprio lavoro vanno ringraziati, e il governo dovrebbe ora, subito, invertire la rotta. Il vice ministro Ciaccia si è impegnato e ha dato rassicurazioni, e io voglio fidarmi, ma i fatti debbono giungere ad horas: sono indispensabili provvedimenti immediati. Aspettare il prossimo governo – ha concluso il deputato del Pdl – è impossibile: vorrebbe dire non far nulla sino all’estate e dunque rendere vano, fino alla prossima stagione utile, ogni intervento correttivo della sciagurata politica del governo Monti in tema di nauti