Quantcast

Montaldo assente in commissione sanità, Rosso : “La seduta di oggi era importante, poteva delegare Burlando o Rossetti”

matteo rosso pdl

Regione. Assente oggi l’assessore alla Salute Claudio Montaldo alla seduta della commissione sanità in cui si doveva discutere dei provvedimenti do riorganizzazione della rete ospedaliera e delle emergenze.

“Montaldo ha dato forfait mentre già da oggi le decisioni riorganizzative, decise con atto unilaterale dalla Giunta, delle strutture sanitarie liguri sono di fatto operative. Se l’Assessore alla Sanità era impossibilitato a venire poteva delegare, visto che si sta affrontando il più importante piano di riorganizzazione mai approvato in Liguria che influirà pesantemente sul sistema di cure ligure, il Presidente Burlando o l’assessore al Bilancio Rossetti”.

Così dichiara Matteo Rosso, medico e vice presidente della Commissione Sanità della Regione. Secondo Rosso il fatto assume aspetti di pesante gravità: “perché – spiega – la mancata partecipazione di Montaldo ai lavori di questa mattina consente alla Giunta di portare avanti sul campo decisioni quali ad esempio la chiusura di Cardiologia del Gallino e/o il ridimensionamento dei Pronto Soccorso in Punti di Primo Intervento. Queste decisioni, che prevedono anche investimenti di ingenti risorse economiche, potrebbero essere bocciate dal Consiglio Regionale nel momento in cui i provvedimenti verranno affrontati dall’assemblea legislativa”.

“In questo caso – si domanda l’esponente del Pdl – chi pagherà il conto di scelte che sono state rese operative prima che venissero approvate dall’organo legislativo regionale? E dove verranno trovati i soldi, se si dovesse tornare indietro, per ripristinare le situazioni antecedenti l’applicazione di provvedimenti che non hanno seguito il normale iter previsto dalle norme che regolano l’attività delle materie di competenza della Regione?”.

“In questo caso , se si ravvisassero problematiche di questo tipo, provvederò a rivolgermi alla Corte dei Conti affinchè venga attivato l’iter per individuare danni, responsabilità e responsabili”, conclude Matteo Rosso.