Quantcast

Liguria, il coordinamento caposala a Montaldo: “Si rischia la mattanza della sanità pubblica”

corsia ospedale

Liguria. Il Coordinamento Nazionale Caposala/Coordinatori della Liguria (CNC), alcune settimane fa, ha chiesto un incontro con l’Assessore alla Salute della Regione Liguria Claudio Montaldo per portare avanti delle proposte di innovazione riguardo l’organizzazione e la gestione sul territorio ligure del bisogno socio-sanitario della popolazione.

Il Presidente CNC della Liguria Giorgio Gugole è critico riguardo i modelli organizzativi adottati ancora oggi dalla nostra Regione nel campo socio-sanitario per rispondere alle incombenti esigenze di bilancio e riduzione delle risorse a disposizione.

Gugole afferma che “non è solo con tagli, accorpamenti, chiusure e dismissioni di posti letto ospedalieri che si risolve definitivamente la situazione critica della nostra sanità; non basta, come parziale compensazione, potenziare la risposta socio-sanitaria sul territorio date le attuali gravi carenze esistenti. Bisogna avere il coraggio di cambiare drasticamente alcune regole del gioco altrimenti si corre il rischio di dare una mazzata definitiva alla Sanità Pubblica”.

Per contribuire a risolvere tale situazione il CNC ligure proporrà, se convocato, all’Assessore alla Salute della Regione Liguria Claudio Montaldo un nuovo modello organizzativo che veda il riconoscimento ai Coordinatori Infermieristici/Caposala delle loro competenze e delle loro responsabilità attraverso la gestione diretta di nuove Strutture Sanitarie che la Regione Liguria sta delineando in questi giorni.

Gugole afferma: ” perchè non dare in gestione totale e diretta a Coordinatori Infermieristici Esperti debitamente formati talune Unità Operative di “cure intermedie” che si stanno strutturando nella nostra Regione? Esperienze simili in altre Regioni italiane hanno dato ottimi risultati”.

Più informazioni