Quantcast
Economia

Inflazione, a Genova il tasso più alto a livello nazionale: prezzi alle stelle per frutta e verdura

Genova. Nei primi nove mesi del 2012, l’inflazione nella città di Genova ha registrato un andamento in crescita, sino a raggiungere nel mese di settembre il più alto tasso tendenziale a livello nazionale.

È diminuito il potere d’acquisto delle famiglie che, rispetto all’anno precedente, hanno visto appesantirsi i costi legati ai trasporti ed ai servizi per le abitazioni.
L’incremento dei tassi tendenziali per alcune classi di prodotto, viene compensato con un tasso tendenziale negativo per i servizi sanitari e le spese per la salute. Aumenta il tasso tendenziale dei beni, soprattutto per quanto riguarda i beni energetici ed i tabacchi.

In relazione alla frequenza di acquisto, i beni ad alta frequenza, che includono prevalentemente i beni essenziali e di primo consumo, registrano un aumento del tasso tendenziale sino a raggiungere la punta massima ad agosto, superando sempre l’andamento dell’indice generale. A livello di dettaglio, sono i vegetali e la frutta che contribuiscono in modo significativo all’inflazione di alimentari e bevande.

Parimenti, nel mese di settembre, a trascinare l’inflazione sono soprattutto l’abbigliamento e i mobili, incidendo notevolmente sull’indice generale.