Quantcast

Inchiesta alluvione 2011, sgomento in Regione Liguria, Briano: “Pronti a collaborare con il Comune”

Genova. “Se viene confermato quanto è stato scritto la cosa è molto grave”. Questo il primo commento
della responsabile della Protezione Civile della Regione, Renata Briano, all’inchiesta della Procura sulla protezione civile del Comune di Genova.

I magistrati parlano di una “ricostruzione temporale falsa” all’interno del rapporto stilato dai manager comunali indagati. Gli indagati avrebbero quindi “anticipato”, almeno sulle carte e nelle comunicazioni ufficiali, l’onda di piena del Fereggiano di circa mezz’ora e, per avallare questa versione, sarebbero state attribuite false dichiarazioni a un volontario della Protezione Civile, che invece si sarebbe trovato in una zona distante dal torrente.

“Ieri, quando abbiamo avuto le prime notizie – ha spiegato Renata Briano a margine dei lavori del Consiglio regionale – la prima reazione e’ stata di sgomento. La Protezione Civile è un settore di grande responsabilità”.

L’assessore ha escluso qualsiasi indagine della Regione sui fatti genovesi: “non è nostra competenza” dice.

“Abbiamo letto della preoccupazione del sindaco Doria per il funzionamento della macchina comunale – ha aggiunto Renata
Briana – e siamo pronti a collaborare con il Comune se ce lo chiede”.