Quantcast
Cronaca

Inchiesta alluvione 2011: secondo i pm onda di piena del Fereggiano “anticipata” di mezz’ora

Genova. Avrebbero “anticipato” l’onda di piena del Fereggiano, così da evitare l’accusa di una cattiva gestione dell’emergenza. Questi, secondo la procura di Genova, i comportamenti illeciti attribuiti ai tre dirigenti del Comune di Genova raggiunti oggi dagli avvisi di garanzia e, in un caso, da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

I magistrati parlano così di una “ricostruzione temporale falsa” all’interno del rapporto stilato dai manager comunali indagati.

Gli indagati avrebbero quindi “anticipato”, almeno sulle carte e nelle comunicazioni ufficiali, l’onda di piena del Fereggiano di circa mezz’ora e, per avallare questa versione, sarebbero state attribuite false dichiarazioni a un volontario della Protezione Civile, che invece si sarebbe trovato in una zona distante dal torrente.

“Anticipare” sulla carta quell’onda di piena, sostengono gli investigatori, avrebbe consentito di giustificare la limitata capacita’ di intervento e nelle comunicazioni.

“Non posso pensare che ci sia qualcuno che abbia manipolato i dati, ne morirei”. Questo il commento di Marta Vincenzi, ex sindaco di Genova, in carica durante tragici fatti del novembre scorso.