Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Salone delle Identità territoriali si presenta a Palazzo Madama, oltre 160 Comuni hanno già aderito

Roma. Si è presentata oggi a Palazzo Madama a Roma, la prima edizione del Salone delle Identità Territoriali-Rassegna nazionale dei territori e delle produzioni identitarie, in programma in Fiera a Genova dal 23 al 25 novembre 2012.

Dopo il saluto del senatore Giovanni Procacci sono intervenuti il presidente della Fiera di Genova Sara Armella, il presidente di Res Tipica Anci Fabrizio Montepara, l’assessore alle Politiche agricole della Provincia di Roma Aurelio Lo Fazio, il presidente di CNA Alimentare Antonello Salis, il vicepresidente di Anci Liguria Massimo Caleo, il vicepresidente di Fondazione Carige Pierluigi Vinai, il presidente di LFTB Onlus e Only Italia Irene Pivetti e Carlo Capria dell’Osservatorio per le piccole e medie imprese della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Salone delle Identità Territoriali è organizzato da Fiera di Genova SpA in collaborazione con ANCI Liguria e Fondazione Carige, il supporto di Compagnia dei Sapori e Accademia delle Imprese Europea.
SIT lega sinergicamente prodotti, territori e turismo con l’obiettivo di valorizzare concretamente le produzioni di nicchia e di eccellenza italiane dando il giusto risalto alle produzioni artigianali e agroalimentari e alle risorse storico-culturali e ambientali caratteristiche ed emblematiche di Comuni e comprensori omogenei che sono la base di partenza delle azioni di marketing territoriale.

Si tratta di un’opportunità importante per gli enti pubblici e per i produttori locali che, per la prima volta a livello nazionale, avranno la possibilità di promuoversi, sostenere e far conoscere le peculiarità e le produzioni tradizionali del proprio territorio. Sarà inoltre un’efficace occasione per far incontrare realmente domanda ed offerta e di contribuire a fare rete, dove possibile in termini di capacità produttiva, anche a livello internazionale. Tutto ciò in un momento in cui l’identità italiana e il “made in Italy” hanno bisogno di ripartire proprio dalle origini. La collaborazione con ANCI Liguria e il sostegno di Fondazione Carige sono stati decisivi per la creazione di questo nuovo appuntamento alla Fiera di Genova che consente anche a piccole realtà del territorio di avere visibilità e possibilità di promozione.

L’area espositiva si svilupperà intorno a una grande piazza, piazza Italia, dove tutte le straordinarie peculiarità del nostro Paese troveranno spazio per degustazioni e presentazioni. A contorno il Food Village, un mercato allestito con tradizionali bancarelle per acquistare le eccellenze dell’enogastronomia italiana e Food Experience, un unico ristorante condiviso da più professionisti della cucina per una proposta enogastronomica trasversale ai diversi territori presenti e poi ancora il Food edutainment, un’Arena del gusto dedicata a momenti di intrattenimento, spettacolo e cultura gastronomica con show coking, degustazioni guidate, workshop e laboratori. Un’area specifica sarà dedicata alla consulenza e all’informazione con sale per seminari sul marketing territoriale e sulla valorizzazione dei prodotti.

Da Terranova Sappo Minulio, un centro di soli 545 abitanti della provincia di Reggio Calabria tutto da scoprire per la sua storia importante e per una produzione di prugne di qualità (le prugne dei frati) a Marano Vicentino, comune veneto dove cent’anni fa fu selezionato un mais particolarmente adatto alle terre ghiaiose e asciutte della zona, sono oltre centosessanta i Comuni che hanno già confermato la loro adesione. Foltissima la partecipazione dei Comuni liguri – con prodotti che vanno dalla prescinsêua ai canestrelli di Casella e alle focaccette di Crevari – dal resto d’Italia stanno arrivando numerose adesioni dalla Lomellina, dal Vicentino, da Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Grazie all’accordo siglato con ANCI, Res Tipica – il progetto ANCI di salvaguardia e promozione dell’immenso patrimonio ambientale, culturale, turistico ed enogastronomico dei Comuni piccoli e medi del nostro Paese – saranno presenti a SIT l’Associazione dei Borghi più belli d’Italia e le Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. Lavori in corso per la partecipazione delle Associazioni d‘identità che comprendono Comuni con produzioni omogenee, ad esempio Città del Vino, Città del pane. Fiera di Genova, invitata all’’International Participants Meeting di Expo 2015 in corso a Milano, sta dialogando con gli organizzatori per una presenza in manifestazione.