Quantcast
Sport

Hockey prato, Serie B: il Genova 1980 sfiora il colpaccio, Cus ko a Pistoia

Genova. E’ iniziato il campionato di Serie B. Il rinnovato Genova Hockey 1980 di Roberto Riva ha sfiorato l’impresa, mancando di un soffio i 3 punti sul difficilissimo campo in terra del Santuario di Savona, terreno di casa del Liguria.

Rispetto alla passata stagione, la formazione biancorossa ha schierato numerosi ex di lusso: Giorgio Cappelli, Gianfranco Miceli e Riccardo Vitiello. Indisponibile per motivi di lavoro, invece, Maurizio Agnello, così come Francesco Palomba e Gabriele Pera, altri “colpi” del “mercato estivo”.

Sarà assente tutto l’anno, invece, Stefano “Push” Molecca: l’atleta, dopo tre anni di Genova 1980, si è accasato in prestito nella Superba e disputa il campionato di Serie A2 nel team di Gigi Esposito. Provare un’esperienza in una categoria superiore era il sogno del giovane atleta, che è stato volentieri accontentato dalla dirigenza biancorossa. Tre anni di Genova ’80 devono aver fatto particolarmente bene al ritrovato giocatore proveniente dal vivaio del Cus, squadra in cui non riusciva a trovare spazio. Infatti, Molecca non solo ha giocato nella prima gara di campionato a Moncalvo, ma ha pure segnato il goal della bandiera dei biancorossoneri, sconfitti per 3 a 1.

Torniamo al Santuario, dove un altro giocatore inventato dal Genova 1980, Fabrizio Baratelli, ha fatto il suo primo goal in carriera. Splendida la rete con cui i biancorossi si sono portati in vantaggio: preciso e potente cross di Vitiello dalla fascia sinistra, stop impeccabile di Baratelli che, dopo essersi liberato dell’uomo in marcatura, batteva a rete una prima volta. Raccolta la ribattuta di Addis, Baratelli resisteva a una carica di Ciciliot e freddava l’estremo difensore savonese. Grande l’esultanza di Fabrizio, e di tutta la squadra con lui per l’inaspettata rete del vantaggio.

La marcatura di Baratelli sembrava aver regalato i 3 punti alla propria squadra, perché mancavano non più di dieci minuti alla fine della partita. Il Liguria, fino a quel momento, aveva evidenziato una supremazia territoriale e nel gioco, ma non nelle occasioni: nel primo tempo, a un palo dei biancoblu aveva risposto Baratelli con una conclusione a tu per tu di Addis, ribattuta d’istinto da quest’ultimo.

Nel secondo tempo, dopo il goal del vantaggio genovese, la pressione dei padroni di casa si faceva più forte, senza trovare sbocchi. Fino a quella sfortunata palla, ad un minuto dalla fine, carambolata quasi per caso, o per sbaglio, nei pressi della porta di Bertone. Servetti era il più lesto a colpire quella pallina vagante e a buttarla dentro. Goal beffa dell’1-1. Risultato, peraltro, giusto per il gioco espresso, ma questo non consola affatto Rainone e compagni, arrivati davvero a un passo da un’impresa.

Nella squadra della Lanterna, monumentali le prestazioni di Ascione e Riva. Bene anche Cappelli, Galvagno, e “bomber” Baratelli. Domenica 14 ottobre è in programma il derby contro il Cus Genova nel rinnovato campo Arnaldi. O almeno, si spera.

Il debutto del Cus Genova è stato decisamente più amaro. Gli universitari hanno incassato 2 reti a Pistoia. Le due compagini toscane si candidano subito come favorite per la vittoria del girone.

I risultati della 1ª giornata:
HC Liguria – Genova Hockey 1980 1 – 1
Cus Pisa – HC Savona 3 – 0
HC Pistoia – Cus Genova 2 – 0
riposa: HC Genova

La classifica:
1° Cus Pisa 3
1° HC Pistoia 3
3° Genova Hockey 1980 1
3° HC Liguria 1
5° HC Genova 0
6° HC Savona 0
6° Cus Genova 0
HC Genova ha giocato una partita in meno.

Gli incontri della 2ª giornata, in programma domenica 14 ottobre:
Genova Hockey 1980 – Cus Genova
HC Pistoia – HC Liguria
HC Genova – Cus Pisa
riposa: HC Savona