Giardiniere morto dopo caduta a Pegli: il pm chiede archiviazione - Genova 24
Cronaca

Giardiniere morto dopo caduta a Pegli: il pm chiede archiviazione

tribunale

Genova. Il pubblico ministero Stefano Puppo ha chiesto l’archiviazione per l’infortunio sul lavoro che ha portato alla morte di un giardiniere di 31 anni precipitato al suolo da un’altezza di circa cinque metri e mezzo, mentre potava una siepe nel giardino di una villa, a Pegli, nel ponente genovese.

I fatti risalgono a un anno fa. Durante gli accertamenti per la dinamica dell’incidente era stata trovata rotta una delle colonnine cui era appoggiata la siepe, al di la’ di ringhiera.

Secondo quanto si e’ appreso il giovane, che lavorava per conto di ditta privata di giardinaggio, era in regola con tutta l’attrezzatura di sicurezza: casco, fune, e altro.

Non e’ risultata ben chiara la dinamica : il giovane, lavorava calato dall’alto ma non si ‘ potuto appurare se si era già ancorato alla colonnina che ha ceduto o ancora non l’ aveva agganciata. Ad un tratto e’ precipitato e ha battuto il capo al suolo.