Quantcast

Genova Scoprendo, al via la terza edizione: 300 studenti nel centro storico

Genova. Ha preso il via oggi la terza edizione di Genova Scoprendo, il progetto dedicato alle scuole per far conoscere ai più giovani il patrimonio storico, culturale e industriale della città.

Circa 300 studenti di 10 classi delle scuole medie e superiori di Genova hanno partecipato oggi alla visita del centro storico, guidati dagli allievi dell’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Martedì 6 novembre la visita dei poli industriali e tecnologi liguri: Porto di Genova, Piaggio, Ansaldo, Bombardier.

Circa 300 ragazzi di 10 scuole secondarie di primo e secondo grado di Genova hanno visitato oggi il centro storico, alla scoperta del patrimonio storico artistico e culturale della città, in un itinerario che ha toccato i maggiori punti di interesse della città, da Porta Soprana alla Chiesa del Gesù, da Santa Maria di Castello alla Torre degli Embriaci, da Palazzo Ducale a via Garibaldi, per concludersi nel pomeriggio al Porto Antico. A guidare le scolaresche nel percorso sono stati gli allievi dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, secondo l’innovativo modello della peer education (educazione tra pari).

E’ stata questa la prima giornata di esperienza didattica sul campo proposta nell’ambito del progetto Genova Scoprendo, promosso dalla Fondazione Edoardo Garrone.

Il progetto – realizzato in collaborazione con la Direzione Scolastica Regionale della Liguria – si pone l’obiettivo di trasmettere ai più giovani la conoscenza della città, accompagnandoli attraverso un itinerario ludico-didattico e formativo alla scoperta di simboli architettonici, storici e culturali e di alcune delle realtà industriali di maggior rilievo della città. Il percorso di Genova Scoprendo può essere infatti un ulteriore e singolare elemento didattico che induce i ragazzi a percepire Genova da un’insolita veduta e secondo una chiave di lettura e una dimensione del passato senz’altro utili a comprendere l’evoluzione storico-architettonica, fino ad arrivare all’assetto urbanistico e industriale attuali.

Dopo la visita di carattere storico-artistico di oggi, per la parte di studio sull’assetto e sullo sviluppo industriale della città, è prevista martedì 6 novembre la visita dei principali poli industriali e tecnologici liguri (Porto di Genova, Piaggio, Ansaldo, Bombardier), in cui i ragazzi avranno occasione di osservare direttamente in azienda alcune delle realtà industriali che caratterizzano l’economia genovese.

Con questa iniziativa la Fondazione Edoardo Garrone conferma il suo impegno per la formazione, che spazia dalle scuole primarie, con il progetto Scuola Leggendo, alle scuole secondarie, con il progetto Tech-to-School, che ha coinvolto nella sua prima edizione pilota circa 800 studenti di 30 classi delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Genova, fino ad arrivare alla formazione d’eccellenza per giovani laureati, con la Scuola di Alta Formazione al Management a Torino, promossa con Fondazione Agnelli, Fondazione Pirelli e Collége des Ingenieurs, di cui è attualmente in corso la quarta edizione, la Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale, la cui settima edizione è partita lo scorso 15 ottobre a Siracusa, e la seconda edizione del Master in Political Economy, che si svolgerà a Genova dal 19 novembre.