Fondazione Carige, “Progetto Giovani-Navigar m'è dolce”: l'emozione di vivere il mare da protagonisti - Genova 24
Altre news

Fondazione Carige, “Progetto Giovani-Navigar m’è dolce”: l’emozione di vivere il mare da protagonisti

salone nautico

Genova. Migliaia di giovani potranno provare l’emozione di vivere il mare da protagonisti grazie a “Progetto Giovani – Navigar m’è dolce”, l’iniziativa organizzata dal Progetto Giovani di Fondazione CARIGE in collaborazione con Fiera del Mare e Ucina in occasione del 52° Salone Nautico Internazionale di Genova.

Un’esperienza unica – realizzata grazie alla partecipazione di CONI, Federazione Italiana Vela, Federazioni Nazionali di Canottaggio, Canoa, Kajak, Pesca sportiva ed Attività subacquee, Lega Navale, Società Nazionale di Salvamento, Acquario di Genova, Guardia Costiera e Atlantic Challenge – nata per dare ai ragazzi l’occasione di conoscere il mare come luogo per fare sport e divertirsi, ma anche come risorsa ricca di biodiversità da conoscere e rispettare.

Dal 6 al 14 ottobre presso lo Stadio del Mare sono previste attività di formazione, educazione e laboratori didattici che precederanno il vero e proprio contatto diretto con il mare.

Incontri indispensabili per affrontare il mare nella maniera corretta. I ragazzi conosceranno il patrimonio culturale marino della Liguria e le sue caratteristiche, le principali nozioni per andare in mare in sicurezza (attraverso laboratori didattici ad hoc), e, grazie agli istruttori federali delle diverse federazioni coinvolte, scopriranno le regole base della disciplina sportiva marinara che andranno a provare, in molti casi per la prima volta.

Per tutti sarà poi il momento di vivere in prima persona l’emozione di navigare su una barca a vela, una canoa o un gozzo remiero.

L’iniziativa è aperta a tutti i bambini e ragazzi che con i genitori visiteranno il Salone Nautico (per i minori di 13 anni l’ingresso è gratuito) ma, come sempre nel caso di attività promosse dal Progetto Giovani, vedrà le scuole protagoniste.
Grazie alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale, da lunedì 8 a venerdì 12 ottobre,  500 studenti potranno partecipare gratuitamente alle attività di “Progetto Giovani – Navigar m’è dolce”: una giornata speciale per passare dalla teoria alla pratica, a diretto contatto con il mare e con chi vi lavora quotidianamente.

Come afferma il vice presidente di Fondazione CARIGE Pierluigi Vinai “il mare è una delle principali risorse della nostra regione, per questo, ormai da diversi anni, il Progetto Giovani propone iniziative che vedono il mare protagonista. Quelle dedicate ai ragazzi più grandi mostrano il mare come una realtà che può offrire occasioni professionali in moltissimi ambiti – portualità, logistica, nautica, ecc. -, mentre, quelle che, come ‘Navigar m’è dolce’, sono pensate per i più piccoli vogliono insegnare, anche attraverso lo sport e il divertimento, l’importanza della collaborazione, della convivenza con gli altri, e la necessità di vivere il mare e la natura con rispetto”.

L’area “Progetto Giovani – Navigar m’è dolce” sarà inoltre la tappa finale del viaggio “Il Mare che unisce”: un percorso didattico formativo realizzato dal MIUR (in collaborazione con Federazione Vela, Lega Navale Italiana e Capitaneria di Porto) in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia, che ha portato 300 studenti appartenenti ad istituti superiori di tutta Italia, nel corso di otto crociere-scuola a bordo di quattro barche a vela, a navigare tra i porti della penisola alla scoperta della storia del nostro paese.

I bambini che parteciperanno a “Navigar m’è dolce” potranno così salire a bordo di queste barche di oltre 20 metri e incontrare i ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa, per condividere la loro esperienza.