Quantcast
Sport

Enduro Team Promoter, finale di stagione col botto: prima vittoria per Luca Rovelli a Pavia

Campomorone. L’ultima gara ufficiale della stagione, la quinta prova del Campionato Italiano under 23 & senior 2012, si è svolta a Varzi (Pavia) e porta in dote al Team Promotor altri preziosi allori. Luca Rovelli firma la sua prima vittoria stagionale, mentre Mattia Ferrari ottiene un ottimo 4° posto. Il giovane Luca Rovelli su Ktm125 2t nella classe E1 2t, dopo aver sfiorato più volte la vittoria nelle prove precedenti, riesce, finalmente è il caso di dire, a portare a casa una bella vittoria in campionato e proprio all’ultima giornata, una vittoria che gli consente di raggiungere il 3° posto finale in classifica con la soddisfazione di alzare le braccia al cielo, anche se dal terzo gradino del podio.

Anche Mattia Ferrari su Ktm300 2t, termina la propria performance giornaliera al 4° posto, che gli consente così di conquistare così il 3°posto nella classifica finale nel campionato E1 dopo una lotta serrata con i suoi colleghi di classe. Parterre di concorrenti affollato anche in questa occasione, con ben 210 piloti provenienti da tutta Italia, che hanno dato vita ad uno straordinario spettacolo per ruote sporche con una buona partecipazione di pubblico che ha decisamente apprezzato il rombante evento domenicale.

La gara organizzata dal Motoclub Pavia prevedeva 3 giri da 60 km scorrevoli con alcuni tratti particolarmente impegnativi, più 2 controlli orari e 2 prove speciali di cui un fettucciato su prato con controtendenze molto bello della durata di 4 minuti ed una linea con una parte in sottobosco reso viscido dalle piogge cadute nei giorni precedenti.

Nel complesso si chiude molto positivamente la stagione dell’Enduro Team Promotor, con la partecipazione ai vari campionati, dove i nostri piloti ancora una volta si sono distinti per le generose prestazioni che hanno concesso l’assegnazione di ben due titoli Italiani di specialità da sommarsi agli splendidi risultati in ambito regionale. Grande merito al bravissimo tecnico William Maggioli, che ha seguito gli atleti con costanza e audacia, sotto la supervisione del “principal” Sergio Parodi, raggiante per un’altra soddisfacente stagione off-road che va in archivio.