Quantcast
Cronaca

Cornigliano, armato di pistola per spaventare i “concorrenti” e i debitori: noto pusher in manette

Cornigliano. Per scoraggiare i concorrenti e conquistare un’area sempre più vasta di territorio si era comprato una Walter P.P.K., calibro 7,65, perfettamente efficiente e carica di munizioni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, però, lo spacciatore è stato beccato dalla Squadra Investigativa del commissariato di Cornigliano e tratto in arresto.

Rexhai Klodian, albanese di 29 anni, non è nuovo alle cronache giudiziarie, essendo più volte denunciato e arrestato per traffico di droga. Gli investigatori ritengono possibile che Klodian si sia procurato la pistola per incrementare la sua intensa attività di spacciatore, difendersi da eventuali concorrenti o convincere debitori a saldare il conto.

Al momento dell’arresto era in compagnia di un connazionale, a sua volta pregiudicato per reati analoghi, poi rilasciato. L’arma sequestrata non risulta censita in Italia e sono in corso accertamenti per individuarne la provenienza. Non è escluso che possa arrivare dagli arsenali svuotati decenni fa dopo la caduta del muro di Berlino.

Attualmente il reato contestato allo spacciatore è la detenzione illegale e porto abusivo di arma da sparo, ma non è escluso che ulteriori accertamenti possano portare alla scoperta di altri illeciti.