Quantcast
Economia

Centrale del Latte, Doria: “A Fegino solo attività produttive, il futuro di Genova è industriale”

Genova. Si è concluso da pochi minuti nella sede della Regione Liguria il vertice tra istituzioni e Parmalat-Lactalis sul futuro dell’area dell’ormai ex Centrale del Latte di Fegino. Sul tavolo la proposta dell’azienda che intenderebbe costruire un insediamento commerciale al posto dello storico stabilimento, ormai chiuso.

“Ci attiveremo – ha detto il sindaco di Genova Marco Doria al termine dell’incontro – per quanto di nostra competenza perché gli imprenditori si facciano avanti. C’è da parte del Gruppo Parmalat un’apertura a valutare serenamente le proposte che imprenditori industriali potranno fare per l’utilizzo di questo sito. Naturalmente sta ai soggetti imprenditoriali farsi avanti, noi possiamo incoraggiare, ma non possiamo sostituirci all’iniziativa imprenditoriale”.

Il sito deve insomma rimanere industriale: “Quella è un’area produttiva, un sito industriale che tale deve rimanere tale. Genova deve avere un futuro industriale e non sarebbe possibile se tutti i siti che sono industriali cambiassero destinazione d’uso. Inoltre esiste oggi in città un tessuto commerciale che fa fatica a reggere in una situazione di crisi, fatto di tanti operatori che non hanno ammortizzatori sociali e che non può essere sottoposto a ulteriori scosse”.

“Ora – ha commentato Enrico Vesco, assessore regionale alle Attività produttive – la palla l’abbiamo in mano noi istituzioni. Venuta meno questa ipotesi del centro commerciale, dobbiamo cercare di trovare qualche industriale disponibile ad impiantare un’attività sul sito di Fegino. Faremo appello anche a Confindustria e credo che non possa sottrarsi. Con l’azienda ci riaggiorneremo più avanti, quando avremo proposte più precise”.