Caso Fusco e ponte sul Magra, il presidente Burlando ha riferito in consiglio: prosegue la seduta fiume

consiglio regionale Claudio Burlando

Regione. Il consiglio regionale di oggi è iniziato con un minuto di silenzio in memoria del caporale degli alpini Tiziano Chierotti e subito dopo il presidente Claudio Burlando ha riferito punto per punto le vicende legate alla scorsa alluvione 2011, che hanno portato alla distruzione del ponte sul fiume Magra e alla sua successiva ricostruzione.

“Preciso che i soldi dei liguri sono stati spesi bene”, ha anche dichiarato il presidente. Il governatore ha riferito sui fatti relativi alla gara d’appalto per la fornitura e la gestione del ponte provvisorio sul fiume Magra.

Dopo l’intervento ha preso il via il dibattito. Ha preso la parola anche l’ex vice presidente Marylin Fusco, che nel frattempo si era già detta del tutto estranea ai fatti. “Mi sembra di leggere il processo di Kafka, che muore perché condannato da un tribunale che mai aveva comunicato le motivazioni dell’arresto e mai gli aveva consentito una difesa – ha dichiarato – Io non voglio finire come lui, senza usufruire delle garanzie costituzionali di cui possono tutti usufruire”.

Prosegue la seduta fiume.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.