Quantcast

Caso Fusco, Burlando riferisce in consiglio: l’ex vice presidente lascia la commissione urbanistica

marylin fusco

Regione. E’ iniziato il Consiglio regionale con un minuto di silenzio in memoria del caporale degli alpini Tiziano Chierotti, subito dopo il presidente Claudio Burlando ha riferito punto per punto le vicende legate alla scorsa alluvione 2011, che hanno portato alla distruzione del ponte sul fiume Magra e alla sua successiva ricostruzione, vicenda che vede coinvolta nuovamente l’ex assessore Marylin Fusco.

“Preciso che i soldi dei liguri sono stati spesi bene”, ha anche dichiarato il presidente, ripercorrendo i tre gravi eventi alluvionali che hanno riguardato la Regione: Varazze, lo spezzino e Genova. Il governatore ha poi riferito nello specifico sui fatti relativi alla gara d’appalto per la fornitura e la gestione del ponte provvisorio sul fiume Magra.

Dopo l’intervento ha preso il via il dibattito, con l’intervento del capo gruppo Pdl Marco Melgrati. “Abbiamo chiesto un rapporto preciso al presidente Burlando che invece, con grande abilità politica, ha di fatto sviato il problema. La questione politica è aperta”.

In seguito ha preso la parola anche l’ex vice presidente Marylin Fusco, che nel frattempo si era già detta del tutto estranea ai fatti. “Mi sembra di leggere il processo di Kafka, che muore perché condannato da un tribunale che mai aveva comunicato le motivazioni dell’arresto e mai gli aveva consentito una difesa – ha dichiarato – Io non voglio finire come lui, senza usufruire delle garanzie costituzionali di cui possono tutti usufruire”. Il consigliere dell’Idv, inoltre, ha annunciato di voler lasciare la commissione urbanistica, proprio per evitare altri sospetti definiti dalla Fusco “senza senso…”.

Ora prosegue la seduta fiume del Consiglio con gli interventi degli altri consiglieri regionali.