Quantcast
Sport

Calcio, serie D: il Sivori è agibile, domenica l’inaugurazione con Sestri Levante-Lavagnese

Sestri Levante. Il derby di domenica prossima tra Sestri Levante e Lavagnese, valido per la decima giornata di serie D, si giocherà regolarmente allo stadio Sivori di Sestri Levante. Il sopralluogo del commissario della Lega Nazionale Dilettanti ha avuto esito positivo, per cui scongiurata la possibilità di disputare la gara tra i rossoblu di Juary e i bianconeri di Dagnino al Miro Luperi di Sarzana. Il Sestri Levante, dunque, torna a casa dopo l’esilio al Riboli di Lavagna durato le prime 4 partite di campionato.

Il terreno di gioco del Sivori non è stato riqualificato in erba sintetica ma è stata mantenuta l’erba naturale, affidandosi ad un nuovo progetto di erba naturale “rinforzata”, garantita per un utilizzo massimo di sei ore al giorno. Campi da calcio in erba mista, ovvero erba naturale sopra, rinforzata con zolle in sintetico sotto, ormai sono dappertutto, dalla serie A fino ai campionati minori. Per il Sivori, si tratta di erba naturale, rinforzata da, appunto, erba naturale, da gramigna ibrida. Lo stesso sistema è già in uso in Toscana, con buoni risultati, se viene garantita una giusta manutenzione. C’è un solo problema: a zero gradi, ingiallisce ma a Sestri Levante, ad eccezione del’ultimo inverno, potrebbe non essere un ostacolo.

Si tratta di un intervento provvisorio (dai costi abbastanza contenuti) che garantisce al Sestri Levante di adeguarsi ai canoni della serie D e permette al Comune di prendere tempo, in attesa delle nuove elezioni in programma nel prossimo maggio, per decidere se finanziare un’opera più importante (anche economicamente) per il passaggio del Sivori al sintetico oppure perseguire con questo nuovo sistema in erba naturale, con rotoli (sostituibili: se si rovina una zona del campo, si rizzolla solo quel settore, non tutto) di gramigna ibrida.