Quantcast
Cronaca

Borzoli e la guerra ai tir, oggi sopralluogo tecnico: domani incontro con i cittadini a Tursi

Borzoli. Dopo le proteste delle scorse settimane, il sindaco Doria ha voluto rendersi conto in prima persona dei gravi disagi patiti dal quartiere a causa dell’intenso transito di mezzi pesanti. Venerdì ha quindi incontrato i cittadini insieme all’assessore Anna Dagnino.

Il sindaco ha innanzi tutto inquadrato il problema: l’ordinanza che obbliga questi grandi mezzi a salire da Sestri e scendere verso Rivarolo, anche se non fosse in vigore già oggi dovrebbe comunque esserlo a breve, quando sarà avviato l’atteso cantiere per la demolizione del palazzo sul Chiaravagna in via Giotto, non essendo materialmente possibile in quel caso il transito discendente dei mezzi pesanti verso Sestri.

L’intera zona soffre da anni per il traffico pesante. Il sindaco ha ribadito che per evitare il grande flusso di autoarticolati bisogna collocare in altro sito il deposito Derrick, salvaguardandone l’attività e l’occupazione. Oggi sarà una giornata importante: il vicesindaco Stefano Bernini, insieme ad alcuni tecnici del Comune, verificherà con l’azienda soluzioni di collocamento alternative. L’ipotesi più probabile sembra il trasferimento del deposito nel complesso delle aree aeroportuali.

Se oggi avverrà il sopralluogo, domani Doria si è impegnato a incontrare i cittadini a Tursi per aggiornarli sulla questione Derrick. Nella stessa giornata, in sala rossa, il consigliere della Federazione della sinistra Antonio Bruno e il capogruppo di Sel in Comune Gian Pastorino presenteranno un “articolo 54″ sul tema, chiedendo a loro volta lo spostamento della Derrick e, nel frattempo, una limitazione quanto più drastica possibile del traffico dei mezzi pesanti. “E’ una situazione insostenibile e pericolosa” ha commentato il capogruppo della Fds Antonio Bruno.