Quantcast
Cronaca

Borzoli, alle 17 nuova manifestazione. Linea dura dei residenti, dal Comune ancora silenzio

Genova. Hanno scelto la linea dura gli abitanti di Borzoli dopo che, ieri pomeriggio, un tir ha rischiato pericolosamente di perdere il suo container durante il viaggio, fortunatamente non provocando feriti, ma mandando in tilt il traffico in tutto il quartiere e conivolgendo anche la circolazione di Sestri Ponente.

Anche oggi, a partire dalle 17, i cittadini di Borzoli scenderanno in strada per una nuova manifestazione contro il passaggio dei “bestioni” nelle vie.

Già ieri una trentina di residenti erano sono scesi in piazza, per il secondo giorno consecutivo, a bloccare il traffico per segnalare una situazione a loro avviso non più sostenibile. Le proteste sono andate avanti fino oltre le 22.30.

I cittadini attendono risposte dal Comune di Genova che, dopo il sopralluogo della scorsa settimana, in cui sostanzialmente è stato deciso lo spostamento del deposito della Derrick in area aeroportuale, non hanno più saputo nulla su tempi e modalità. Se per il sì definitivo si attende ancora il parere dell’Enac, il silenzio dell’amministrazione sta rischiando di far esplodere altre proteste.

Dopo il tir di ieri, oggi saranno gli abitanti, esasperati, a mandare in tilt la circolazione.

“L’ennesimo incidente di ieri – commenta Antonio Bruno, capogruppo Fds in consiglio comunale – dimostra che la strada da Fegino verso Borzoli non è compatibile con il transito di mezzi pesanti. Non è necessario neanche mettersi in mezzo alla carreggiata per bloccare il traffico. Ogni giorno che passa i rischi di un grave incidente aumentano sempre più e quindi ogni omissione di intervento può essere sgradevole e colpevole. Chiedo quindi che venga emessa un’ordinanza di divieto di transito ai tir per la tutela della sicurezza pubblica”.