Quantcast
Sport

Basket, serie A3 femminile: esordio casalingo per NBA Zena, domani arriva la Geas Sesto San Giovanni

Genova. Dopo la sconfitta nell’esordio a Costa Masnaga (sciupati 10 punti di vantaggio negli ultimi 4 minuti), primo impegno casalingo per l’NBA Wideurope contro la formazione da tutti indicata come unica favorita per l’accesso diretto alla Serie A2; è in arrivo infatti il “mitico” Geas di Sesto San Giovanni: 8 scudetti, una Coppa dei Campioni, una Coppa Italia, 15 titoli nazionali giovanili.
 
57 anni di storia e la decisione, clamorosa, di rinunciare alla Serie A1 (causa il difficile momento economico) e ripartire dalla Serie A3 con una squadra composta dalle tante giovani che la scorsa stagione hanno vinto il titolo italiano Under 19 ed Under 17 con Giulia Arturi (protagonista in A1) a fare da “chioccia”.
 
Per le ragazze di coach Pansolin un impegno già proibitivo che diventa ancor più difficile per gli infortuni che hanno caratterizzato la settimana post Costa Masnaga.
 
Flandi (gonfiore all’arco plantare) e Cerretti (problema muscolare) non sono riuscite ad allenarsi, proveranno nella seduta di venerdì e si potrà valutare solo all’ultimo momento la possibilità di una loro partecipazione alla gara di sabato; De Scalzi (uscita un po’ malconcia da uno scontro di gioco) ha ripreso con cautela mercoledì e dovrebbe farcela, Bracco e Canepa sono ancora out… uno scenario non incoraggiante per coach Pansolin, che però è più preoccupato da altri aspetti.
 
“Sono preoccupato: la squadra non ha ancora superato il contraccolpo psicologico derivato dall’inopinata sconfitta all’esordio a Costa Masnaga e il fatto di non esserci allenati bene in settimana anche a causa delle numerose infortunate ha acuito il problema. I gruppi sani in questi casi si compattano e trovano ancora più motivazioni, specialmente quando l’avversario si chiama Geas e porta in dote oltre a un presente fatto di giocatrici protagoniste degli ultimi Europei e Mondiali giovanili anche un passato che dice 8 scudetti, 1 Coppa dei Campioni, 1 Coppa Italia e 15 scudetti giovanili. Sarà una battaglia sportiva e mi aspetto che le mie ragazze la affrontino come tale”.
 
Nella gara d’esordio il Geas, privo di Arturi, Kacerik e Galli, ha superato il coriaceo S.Orsola Sassari, mai domo, nonostante un inizio che aveva fatto pensare ad una passeggiata da parte delle sestesi. Una prova di maturità per le ragazze di coach Bacchini, una preoccupazione in più per le ragazze di Pansolin. 

Più informazioni