Quantcast
Sport

Basket, serie A3 femminile: buona prova dell’NBA Wideurope ma alla distanza si impone la corazzata Geas

Genova. Per battere il Geas sarebbe servita una grossa impresa e chissà, se coach Pansolin avesse potuto contare sulla piena efficienza fisica delle sue giocatrici, forse. Il punteggio finale della seconda giornata del campionato nazionale di serie A3 di basket femminile, infatti, penalizza oltre misura le genovesi che hanno disputato un ottimo incontro, tenendo testa a lungo alle più blasonate avversarie.

Cerretti, Flandi, De Scalzi, che in settimana non avevano potuto allenarsi a dovere causa infortuni, stringono i denti e si mettono a disposizione, benché siano evidenti le condizioni non perfette. Pansolin premia Algeri che parte nello starting five e risponde alla grande concludendo la sua partita in doppia cifra come top-scorer delle genovesi.

L’inizio è tutto per le padrone di casa, che sembrano un’altra squadra rispetto a quella vista all’esordio a Costa Masnaga; le ragazze di coach Bacchini inseguono per tutto il periodo, in cui solo Arturi e Gambarini riescono a produrre punti.

La partita fino al 22′ viaggia comunque con vantaggi minimi per l’una o l’altra squadra; qui però, in soli novanta secondi, l’NBA Wideurope vede fortemente limitate le sue possibilità: quarto fallo di Flandi (che rientrerà solo nel periodo finale) , terzo e quarto di Belfiore, terzo di Cerretti e quarto di Algeri.

Il tabellone indica 30-32, è il 25′, e le sestesi non si fanno pregare piazzando l’8-0 che sembra indirizzare la partita in modo definitivo.

Nel quarto periodo le ragazze di Pansolin cercano di rientrare, un gioco da 3 punti di Algeri le riporta a -8 (45-53) , per due volte consecutive hanno la possibilità di portarsi a -6, ma viene a mancare fatalmente un po’ di lucidità, ed una nuova accelerazione delle sestesi mette fine all’incontro.

Rispetto alla partita di esordio, il Geas ha presentato Giulia Arturi, l’unica senior della formazione di Bacchini, e sicuramente il suo apporto è stato determinante per dare sicurezza alla giovane formazione, che ha mandato a segno tutte le sue giocatrici con ben 9 triple su 18 tentativi, distribuite su ben 6 giocatrici.

Confortanti segnali anche per Pansolin, che finalmente ha visto in campo lo spirito e la concentrazione che erano mancate nella gara di esordio a Costa Masnaga, anche se rimane, sia pure meno evidente, il problema delle troppe palle perse.

Buoni segnali, comunque, in vista della trasferta a Sassari di sabato prossimo che vedrà di fronte due formazioni a zero punti dopo due partite giocate contro le stesse avversarie.

Soddisfatto, nonostante la sconfitta, coach Pansolin: “Questa sera abbiamo disputato una buona partita, una partita contro una squadra di indubbio valore e che penso abbia divertito il pubblico presente. Certo abbiamo rimandato ancora l’appuntamento con la vittoria ma penso che la strada imboccata possa essere quella giusta e spero di ritrovare a Sassari sabato prossimo lo spirito visto oggi negli occhi delle ragazze.”

Quasi fatalista il presidente Besana: “Non vinciamo una partita in trasferta dal campionato 2010-2011… diciamo che la legge dei grandi numeri dovrebbe essere dalla nostra parte e non vedo l’ora di tornare da una trasferta con la spensieratezza che solo le vittorie sanno dare… oggi, contro una squadra giovanissima ma con grande qualità, anche sul piano del carattere, ho visto diverse cose positive. Occorre proseguire su questa strada”.

Wideurope NBA-Zena – Paddy Power Geas Sesto S. Giovanni 53 – 65 (15-13, 26-29, 34-45)

Wideurope NBA-ZENA: Bracco, Cavellini, Mancini 3, Belfiore 11, Cerretti, Flandi 12, Manzato, Piermattei 3, Algeri 12, De Scalzi 12.
TL: 13/15
All.: Pansolin

Geas: Bonomi 4, Arturi 7, Cassani 3, Picco 6, Meroni 1, Gambarini 19, Mazzoleni 5, Beretta 3, Barberis 11, Giorgi 6.
TL: 10/18.
All.: Bacchini